Skip to main content

Structural and biophysical mechanism of microRNA nuclear export

Article Category

Article available in the folowing languages:

La chiave del gating dei geni per spiegare la formazione dei tumori

I microRNA svolgono numerosi ruoli in una vasta gamma di processi cellulari in cui sono coinvolti i geni, e si ritiene che un'alterazione nella loro espressione sia implicata nella produzione tumori.

Salute

L'acido ribonucleico, o RNA, è una catena di molecole che interagiscono con il DNA. In base a quanto scoperto finora, l'acido desossiribonucleico, o DNA, è il materiale ereditario della specie umana e di quasi tutti gli altri organismi, e definisce completamente il nostro essere. I microRNA appartengono a una classe di piccoli RNA non codificanti che regolano l'espressione genica agendo su RNA messaggeri bersaglio (mRNA). Sono presenti nella proliferazione cellulare, nella risposta allo stress, nell'apoptosi, nello sviluppo e nella differenziazione. Quando la loro espressione è disturbata, tuttavia, si ritiene che agiscano da fattori modulanti in patologie come il cancro allo stomaco, il cancro ai polmoni e la leucemia linfocitica. Il progetto MicroRNA Export (Structural and biophysical mechanism of microRNA nuclear export) si è servito di un insieme di metodologie strutturali, biochimiche e biofisiche, assieme alla cristallografia e alla risonanza magnetica nucleare, per analizzare la struttura e le proprietà biofisiche del complesso di esportazione nucleare del microRNA. L'integrazione di tutte le fasi nella sequenza dell'espressione genica implica una complessa rete di interazioni. Per un particolare gruppo di geni, questo processo di integrazione, essenziale per la sequenza dell'espressione genica, viene detto "gating" dei geni. Il lavoro dei ricercatori del progetto si è posto come obiettivo la comprensione del processo biologico del gating dei geni a livello molecolare. Alcuni esperimenti precedenti con l'uso di saggi di nuovi leganti hanno incoraggiato questo lavoro di analisi della struttura e della funzione della piccola proteina nucleare localizzata Sus1 nel gating dei geni. Gli esiti di questo insieme di ricerche sono stati pubblicati nella rivista Journal of Biological Chemistry. Anche se i risultati iniziali suggerivano che la Sus1 è la chiave strutturale e funzionale nel processo di gating dei geni, ulteriori studi hanno ipotizzato che si tratta solo di un componente di complessi secondari separati e non di un collegamento a singola catena dei due complessi. Questi risultati sono stati utili ai ricercatori per comprendere le implicazioni dei complessi SAGA e TREX-2 nel gating dei geni.

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione