Skip to main content

Electrically modified biomaterials surface

Article Category

Article available in the folowing languages:

Nanotecnologie per affrontare gravi malattie

Alcuni scienziati europei e israeliani hanno riunito le forze per studiare i biomateriali usati per trattare le persone colpite da malattie cardiovascolari e osteoporosi.

Tecnologie industriali

Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) le malattie cardiovascolari sono la causa di oltre metà di tutti i decessi nell'UE e influiscono pesantemente sulla forza lavoro e sui guadagni delle famiglie. Inoltre, con l'invecchiamento della popolazione dell'UE, le fratture ossee legate all'osteoporosi sono quasi raddoppiate negli ultimi dieci anni: si stima che il 40% delle donne oltre i 50 anni sia affetto da fratture causate da ossa a bassa densità. La Commissione europea ritiene che le nanotecnologie possano contribuire ad affrontare questi problemi e ha reso la progettazione e il controllo di biomateriali su nanoscala una priorità di ricerca strategica. Uno dei progetti che trarrà vantaggio da questo impegno è il progetto Bioelectricsurface (Electrically modified biomaterials surface), la cui equipe sta lavorando per diminuire il trauma dei pazienti e il rischio di decesso comprendendo nei dettagli le interazioni su nanoscala dei sistemi biologici con le superfici dei biomateriali. Nel corso dell'ultimo anno i ricercatori hanno sviluppato metodi di modifica elettrica di tre importanti biomateriali, ovvero idrossiapatite (HA), poliuretano (PU) e biossido di titanio (TiO2). Hanno inoltre studiato le interazioni biologiche con queste superfici elettricamente modificate e hanno notato che gli studi preliminari indicano una risposta selettiva delle specie biologiche, quali anticorpi e cellule, nei confronti delle superfici cariche. L'equipe sta ora sviluppando tecniche per potenziare queste conoscenze e per sfruttarle nei dispositivi biomedici. L'obiettivo è sviluppare nuovi dispositivi terapeutici in quattro applicazioni mediche specifiche: stent cardiovascolari, stent urologici, impianti ortopedici e innesti, nonché tessuti antimicrobici.

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione