Skip to main content

Health-promoting cross-talk between intestinal microbiota and Humans

Article Category

Article available in the folowing languages:

Come mantenere un intestino sano

Un’iniziativa europea di formazione ha fornito risposta a domande chiave sull’interazione tra esseri umani e microbiota intestinale. Le implicazioni per la salute umana e per lo sviluppo di nuove terapie sono molto ampie.

Salute

Miliardi di batteri commensali benefici aiutano a digerire il cibo, assorbire i nutrienti e impedire la colonizzazione da parte dei patogeni che provocano malattie. Questi batteri probiotici sono spesso utilizzati negli integratori e nei prodotti alimentari per promuovere il benessere e la salute, in particolare dell’intestino. Per ampliare lo studio dei batteri probiotici, l’UE ha fondato una rete per la formazione iniziale (ITN) Marie Curie che ha l’obiettivo di formare giovani scienziati nel settore emergente della metagenomica del microbioma, in particolare delle interazioni tra la flora intestinale e l’organismo umano che la ospita. Ognuno dei 18 borsisti ha lavorato a progetti di ricerca individuali, contribuendo all’identificazione dei componenti biologici e dei ceppi più vantaggiosi per la salute. Il progetto CROSS-TALK (Health-promoting cross-talk between intestinal microbiota and humans) ha rivolto la sua attività di formazione alla metagenomica del microbioma umano, una nuova disciplina particolarmente appropriata a questo studio, poiché combina biologia molecolare, microbiologia, biologia cellulare, immunologia e fisiologia umana e animale. Gli scienziati hanno identificato un gran numero di ceppi probiotici con effetti documentati sulla fisiologia delle cellule eucariote, caratterizzandoli al fine di decifrare i meccanismi che entrano in gioco durante l’interazione con l’organismo ospitante. Il team si è concentrato su uno spettro piuttosto ampio di batteri, tra cui batteri acido-lattici (bifidobatteri e lattobacilli), commensali gram-positivi (Roseburia, Akkermancia, Clostridi) e cloni metagenomici. Il consorzio ha analizzato gli effetti patofisiologici su modelli animali e con tecnologie ex-vivo su esseri umani. Le potenzialità terapeutiche di questi batteri sono ancora allo studio in 11 dei 18 progetti di ricerca attualmente in corso. CROSS-TALK ha inoltre caratterizzato le risposte tissutali complessive tramite trascrittomica e studi integrati sulla segnalazione cellulare, in modo da selezionare batteri probiotici che offrano prospettive interessanti dal punto di vista sanitario. I risultati potrebbero migliorare in modo significativo la conoscenza della simbiosi batterica intestinale e il suo impatto sulla fisiologia, con importanti applicazioni in ambito commerciale. Il lavoro di ricerca condotto dal team CROSS-TALK ha portato alla pubblicazione di 30 articoli scientifici su riviste prestigiose. Nel settembre 2012 è stata fondata la rete CTSN (Cross-Talk Scientific Network). Supportata dalla Piattaforma industriale dei batteri acido-lattici, a cui aderiscono importanti aziende di produzione del settore alimentare, questa organizzazione si rivolge a un vasto pubblico scientifico e industriale.

Parole chiave

Intestino, probiotici, metagenomica del microbioma umano, batteri acido-lattici, simbiosi

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione