Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

CORDIS Express: La ricerca incentrata sulla salute e l'alimentazione

Questa edizione di CORDIS Express è dedicata alle sfide sanitarie odierne e ai molti progetti di ricerca finanziati dall'UE impegnati ad affrontarle.

La nostra salute è la nostra ricchezza. Può suonare come un cliché, ma non c'è niente di più vero, e chiunque abbia sofferto a causa di una malattia grave sarà sicuramente d'accordo. Siamo tutti circondati da molti fattori che minacciano la nostra salute. Gravi malattie infettive e pandemie possono colpire indiscriminatamente intere comunità, a volte quasi senza preavviso. L'attuale epidemia di Ebola nell'Africa occidentale, per esempio, è l'epidemia più estesa e complessa dalla scoperta del virus nel 1976. Inoltre, il rischio non è limitato a un solo paese o continente, il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha dichiarato che questo focolaio è un'emergenza sanitaria pubblica a livello internazionale. Nel frattempo l'enorme fardello delle patologie croniche e degenerative continua a crescere con l'invecchiamento della popolazione europea. Le patologie croniche - malattie come il diabete e la cardiopatia che possono essere controllate ma non guarite - sono infatti la causa principale di morte prematura in tutto il mondo, anche nei luoghi in cui dilagano le malattie infettive. Anche l'elevato rischio di resistenza antimicrobica desta sempre più preoccupazioni. Queste sfide sanitarie possono intimorire, ma non dobbiamo dimenticare i grandi progressi compiuti negli ultimi anni dai nostri ricercatori, dai responsabili politici e da chi lavora nel campo della sanità. A livello mondiale, l'aspettativa di vita media dal 1955 è aumentata dai 48 ai 66 anni E, anche se l'epidemia di HIV continua a essere un'enorme sfida sanitaria globale, il numero di decessi legati all'AIDS nel mondo è sceso e le persone infette possono adesso sperare di vivere più a lungo e in condizioni di salute migliori. Inoltre, il mondo è sulla buona strada per ridurre la mortalità dovuta a tubercolosi (TB) fino al 50 % dei livelli del 1990 entro il 2015. La ricerca e l'innovazione europee nel campo dell'alimentazione e della salute stanno contribuendo agli sforzi per affrontare le sfide sanitarie. Che si tratti di migliorare l'alimentazione, assicurare una decontaminazione adeguata o studiare le cure e le terapie per le malattie, i progetti di ricerca dell'UE sono un investimento sulla nostra salute e, in definitiva, su una forza lavoro sana, un'economia sana e costi sanitari pubblici più bassi. È per questo che nei primi due anni di Orizzonte 2020, l'UE investirà intorno a 1 200 milioni di euro per la sfida Salute, cambiamento demografico e benessere. Tra i bandi attualmente aperti c'è Personalizzare le attività sanitarie e di assistenza e il coordinamento sanitario . Al momento sono in corso molti progetti di ricerca finanziati dall'UE che si occupano di salute e alimentazione. Questa edizione di CORDIS Express passa in rassegna una manciata di queste attività. - 3D food printing technology to help people with chewing difficulties - Promuovere gli effetti positivi dell'alimentazione sulla salute - Un sistema di decontaminazione senza sostanze chimiche per frutta e verdura - Tendenze scientifiche: Un cerotto simile alla pelle per monitorare la salute - Aiutare le PMI a renderci più sani - Nuove prospettive per l'innovazione in campo sanitario - Le statistiche forniscono indizi per la salute e l'invecchiamento

Paesi

Belgio