Skip to main content

Common building blocks for ITS test beds and field operational tests

Article Category

Article available in the folowing languages:

I trasporti stradali diventano intelligenti

Tecnologie innovative, in grado di favorire le comunicazioni tra i veicoli stradali e tra di essi e l'ambiente, garantiscono un potenziamento della sicurezza e un contenimento del traffico.

Cambiamento climatico e Ambiente

Sistemi di trasporto intelligenti (SIT) - che offrono comunicazioni in tempo reale tra i veicoli - propongono una soluzione al problema della congestione stradale e della sicurezza. Queste tecnologie, che utilizzano reti cellulari, sistemi radio e soluzioni senza fili a corto raggio, sono già state sviluppate e sono pronte per essere sottoposte a intense attività di testing sia in laboratorio che sulla strada. Le prove consistono in test operativi sul campo (FOT) incentrati su numerosi veicoli e conducenti e finalizzati alla promozione di dibattiti, al potenziamento degli investimenti e alla gestione di questioni relative alla privacy legate all'identificazione dei veicoli. Il progetto ITS TEST BEDS ("Common building blocks for ITS test beds and field operational tests"), finanziato dall'UE, è stato concepito allo scopo di utilizzare i test operativi sul campo in Europa per promuovere lo sviluppo di queste tecnologie. Gli esperti hanno tentato di garantire l'interoperabilità tra i sistemi di vari Stati dell'UE per favorire un'interazione omogenea dei veicoli in tutto il continente, coinvolgendo, in questa missione, centri di ricerca nazionali. Nello specifico, il team del progetto ha ideato banchi di prova per i sistemi di trasporto intelligenti e creato un prototipo utilizzando come punto di partenza le ricerche europee esistenti e i risultati dei workshop interattivi. Dopo aver messo a punto i vari test, i ricercatori hanno sfruttato i risultati ottenuti creando una società senza scopo di lucro chiamata "incubatore telematico" per dimostrarne la fattibilità. Nell'ambito dell'iniziativa, sono quindi stati condotti alcuni test i cui risultati sono stati messi a disposizione delle piccole e medie imprese (PMI) attraverso un portale on-line dedicato. I dati ricavati dalle prove e gli argomenti pubblicati in rete erano incentrati su sistemi di segnalazione dei pericoli, potenziamenti nel campo dell'elaborazione dei segnali, misurazioni temporali, sviluppo di software e miglioramenti delle componenti hardware. In definitiva, le nuove infrastrutture hanno aiutato vari soggetti interessati europei a potenziare i sistemi di trasporto intelligenti disponibili. I progressi compiuti nell'ambito del progetto hanno facilitato il processo di standardizzazione delle interfacce tra i sistemi, sostenendo, in tal modo, la penetrazione delle PMI in questo nuovo mercato. Tutte le parti interessate, tra cui centri di servizi che ricevono dati cruciali e società che si occupano di telecomunicazioni cellulari, sono pronte a ricevere i benefici derivanti dalla standardizzazione dei lavori nel campo e dalla pubblicazione dei risultati. Se i servizi STI richiederanno alcuni anni per divenire pienamente operativi, l'infrastruttura è già pronta a garantire un potenziamento dei trasporti stradali incentrato sulla facilitazione del rilascio delle licenze e dell'utilizzo di tali servizi. Gli esperti prevedono che una tecnologia così sofisticata garantirà un miglioramento della sicurezza stradale, della gestione del traffico e della salute ambientale.

Parole chiave

Trasporto, veicoli, traffico, sistemi di trasporto intelligenti, comunicazione in tempo reale, rete cellulare, sistema radio, soluzione senza fili a corto raggio, test operativi sul campo, banco di prova, interoperabilità, sicurezza stradale

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione