Skip to main content

Optimising plant polyphenols in LEGUMES for ruminant nutrition PLUS health PLUS environmental sustainability

Article Category

Article available in the folowing languages:

Nutrire gli animali da fattoria con legumi da forgaggio bioattivi

Un’iniziativa dell’UE ha esaminato delle colture di legumi alternative per bovini, pecore e capre che miglioreranno la salute degli animali, la qualità di latte e carne e ridurranno le emissioni di gas a effetto serra.

Cambiamento climatico e Ambiente
Alimenti e Risorse naturali
Energia

Il cambiamento climatico globale e la crescita della popolazione rappresentano una grave minaccia per la sicurezza alimentare europea. Un modo per affrontare questa situazione è quello di rendere la produzione del foraggio e il suo utilizzo da parte degli animali ruminanti un processo più efficiente. I legumi sono promettenti a questo riguardo poiché sono ricchi di proteine, hanno bisogno di poco fertilizzante azotato e sono più resistenti alla siccità rispetto alle piante erbacee. Il progetto LEGUMEPLUS (Optimising plant polyphenols in LEGUMES for ruminant nutrition plus health plus environmental sustainability), finanziato dall’UE, ha esaminato il potenziale di colture di legumi quali ad esempio trifoglio rosso, lupinella e ginestrino come alternative ai foraggi con semi di soia importati per una migliore efficienza nell’uso delle proteine e una maggiore salute dei ruminanti. LEGUMEPLUS ha usato campi contenenti lupinella, ginestrino e trifoglio rosso per valutazioni agronomiche, sviluppi di marcatori molecolari, studi di laboratorio e prove di alimentazione degli animali. I partner del progetto hanno scoperto che la lupinella ha dei tannini bioattivi che esercitano utili effetti antiparassitari. Essi hanno anche scoperto dei marcatori della lupinella, che renderanno possibile lo sviluppo di varietà migliorate in futuro. Tutto questo può essere adesso usato per coltivare nuove varietà europee di lupinella con migliori proprietà nutrizionali e antiparassitarie. Il team di LEGUMEPLUS ha inoltre stabilito che la lupinella è utile per ridurre le emissioni di gas a effetto serra e per migliorare la qualità dei prodotti con carne e latte ottenuti dai ruminanti. Esso ha sviluppato nuovi strumenti analitici per i selezionatori delle sementi allo scopo di selezionare rapidamente i tannini nei programmi di miglioramento della lupinella. I ricercatori hanno prodotto una Guida dei coltivatori per gli agricoltori europei relativa a come coltivare e usare la lupinella quale mangime per il loro bestiame. Essi hanno fornito ai portatori di interesse informazioni sui benefici nutrizionali ed ambientali che si possono ottenere dall’utilizzare lupinella, ginestrino o trifoglio rosso come mangime. LEGUMEPLUS ha fornito consigli agli allevatori europei relativi a migliori strategie di alimentazione per i ruminanti. Visti questi benefici, sempre più agricoltori in Europa stanno iniziando a testare la lupinella, una pianta oggi quasi dimenticata. Un video che presenta l’evento finale di diffusione e i risultati del progetto è disponibile online.

Parole chiave

Lupinella, trifoglio rosso, ginestrino, agronomia, specie compagne, resistenza alla siccità, mangime bestiame, ruminante, LEGUMEPLUS, polifenoli vegetali

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione