Skip to main content

Possibilities and limits, challenges and obstacles of transferring CEE EU pre-accession best practices and experience to Moldova’s and Georgia's pre-accession process

Article Category

Article available in the folowing languages:

Un nuovo passo avanti verso l’integrazione europea della Georgia e della Moldavia

Un’iniziativa dell’UE ha analizzato le riforme attuate dagli stati dell’Europa centrale e orientale (ECO) esaminando le possibilità e i limiti legati al trasferimento delle migliori prassi ed esperienze nei processi di preadesione all’UE da parte di Georgia e Moldavia.

Società
Ricerca di base

Un programma di distaccamenti verso le università partner ha consentito al progetto EU-PREACC, finanziato dall’UE, di studiare la cooperazione dell’UE con la Georgia e la Moldavia nell’ambito del piano d’azione della politica europea di vicinato e in relazione al principio di condizionalità sancito dall’UE. Nell’ambito della proposta di opportunità di valutazione comparativa che si adattano maggiormente al caso della Georgia e della Moldavia, l’iniziativa EU-PREACC ha analizzato le situazioni e gli sviluppi sul piano economico, giuridico e politico dei due paesi. Nello specifico, i partner del progetto hanno studiato la natura e i risultati della procedura di preadesione dei paesi ECO dall’inizio dei relativi negoziati fino alle effettive adesioni del 2004 e del 2007. L’attenzione dei ricercatori è stata rivolta ad alcune variabili critiche del processo di riforma, vale a dire le decisioni e le scelte che hanno condotto a una convergenza più rapida e quelle che invece hanno rallentato il processo. È stata studiata la cooperazione UE-Georgia e UE-Moldavia in tutti i settori politici dei criteri di ampliamento dell’UE. Partendo dai risultati ottenuti nell’ambito di lavori precedenti, i ricercatori hanno analizzato l’aspetto dell’esperienza di ampliamento del 2004 e del 2007 dei paesi ECO che più si prestava a essere applicato al caso della Georgia e della Moldavia. Nell’ambito dello studio sono stati considerati gli Stati candidati più vicini a quelli oggetto di interesse, le esperienze da utilizzare ai fini del lavoro comparativo e quelle relative alle riforme potenzialmente trasferibili. Un’altra considerazione riguardava i principali cambiamenti in termini di criteri di ampliamento dell’UE definiti dalla Commissione europea e quelli correlati all’attuale cooperazione UE-Georgia e/o UE-Moldavia sul piano dell’europeizzazione e dell’armonizzazione. Il team EU-PREACC ha infine esaminato lo stato di avanzamento dei sistemi di istruzione e dei programmi di laurea della Georgia e della Moldavia. Questi studi sono sfociati nell’elaborazione di raccomandazioni in materia di sviluppo dei piani di studio o di programmi speciali finalizzati alla preparazione di esperti di riforme politiche, pianificazione delle riforme, UE e negoziati in materia di diritto dell’UE e politica in generale. La mobilità accademica e la condivisione di conoscenze mediante workshop tematici, conferenze e pubblicazioni hanno contribuito al potenziamento della visibilità dell’UE e degli studi correlati all’UE in Georgia e Moldavia. Lo studio degli ostacoli al processo di preadesione all’UE dei paesi ECO condotto nell’ambito dell’iniziativa EU-PREACC dovrebbe promuovere una ricerca attiva dell’integrazione europea da parte della Georgia e della Moldavia.

Parole chiave

Georgia, Moldavia, Europa centrale e orientale, preadesione all’UE, EU-PREACC

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione