Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Una rete elettronica ad alta velocità collegherà 45 milioni di ricercatori europei e cinesi

La Commissione europea ha annunciato la creazione di una rete ad alta velocità destinata a collegare ricercatori e studenti europei e cinesi. Il progetto costerà 4,15 milioni di euro e sarà finanziato dal Sesto programma quadro (6PQ) dell'UE, dalla Cina e dalle reti nazionali ...

La Commissione europea ha annunciato la creazione di una rete ad alta velocità destinata a collegare ricercatori e studenti europei e cinesi. Il progetto costerà 4,15 milioni di euro e sarà finanziato dal Sesto programma quadro (6PQ) dell'UE, dalla Cina e dalle reti nazionali per la ricerca e l'istruzione in Europa (NRENs - European National Research and Education Networks). La rete, denominata ORIENT (Oriental Research Infrastructure to European NeTworks), mira a incrementare il flusso di informazioni tra Europa e Cina collegando la rete europea GÉANT - la rete internazionale di ricerca e istruzione più sviluppata al mondo - con le reti di ricerca cinesi CERNET e CSTNET. Le reti saranno connesse in superficie attraverso la Siberia, e metteranno in comunicazione oltre 200 università e centri di ricerca cinesi a velocità che raggiungeranno i 2,5 gb al secondo. "ORIENT consente una vera e propria cooperazione internazionale nel campo della ricerca, rendendo la l'ubicazione geografica praticamente irrilevante", ha dichiarato Viviane Reding, commissario UE della Società dell'informazione e dei media. "L'accesso ad applicazioni quali la telemedicina, le biblioteche digitali e l'eLearning aiuterà il grande pubblico, ma anche la comunità scientifica, a instaurare legami accademici e culturali tra Europa e Cina, nonché un libero scambio di opinioni e competenze tra ricercatori cinesi ed europei". Sul fronte europeo, la rete ORIENT sarà coordinata da DANTE, un'organizzazione no-profit istituita nel 1993 per realizzare e gestire le reti di ricerca e istruzione per conto delle NRENs. In Cina sarà la rete CERNET ad occuparsi del coordinamento. CERNET fornisce servizi Internet a università, istituti, scuole e altre organizzazioni no-profit in Cina, raggiungendo oltre 200 siti in 31 province. Ha già attivato contatti con Nord America, Asia e la regione del Pacifico e collega circa 1.300 università e istituti, per un totale di circa 15 milioni di utenti. CERNET sosterrà il 50 per cento dei costi della nuova rete, mentre il resto sarà suddiviso tra il 6PQ e le reti nazionali di ricerca e istruzione. Diversi progetti di ricerca congiunti Cina-Europa già avviati potranno avvalersi di ORIENT. EUChinaGrid, un progetto concernente il calcolo di griglia, collega le risorse informatiche in Cina ed Europa, agevolando il trasferimento e l'elaborazione di dati tra le due regioni, mentre il progetto di radioastronomia EXPReS permetterà la connessione tra radiotelescopi europei e partner cinesi.

Paesi

Cina

Articoli correlati