Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

L'industria aerospaziale cerca di creare le condizioni per un'iniziativa tecnologica congiunta

Le industrie europee per l'aerospazio e la difesa hanno speso circa 12,6 miliardi di euro nella ricerca nel 2005, e sono fermamente intenzionate a creare un'iniziativa tecnologica congiunta (ITC) nell'ambito del Settimo programma quadro (7PQ). Il 17 maggio l'Associazione eur...

Le industrie europee per l'aerospazio e la difesa hanno speso circa 12,6 miliardi di euro nella ricerca nel 2005, e sono fermamente intenzionate a creare un'iniziativa tecnologica congiunta (ITC) nell'ambito del Settimo programma quadro (7PQ). Il 17 maggio l'Associazione europea delle industrie per l'aerospazio e la difesa (ASD) ha tenuto la sua conferenza annuale. I settori europei dell'aerospazio, della sicurezza e della difesa rivestono un'importanza considerevole e sono in fase di espansione. Nel 2005 hanno registrato un fatturato di 113 miliardi di euro e hanno occupato 614.000 persone, 13.000 in più rispetto all'anno precedente. "L'R&S [ricerca e sviluppo] continua a essere un motore essenziale della nostra industria, in cui nel 2005 abbiamo investito 12,6 miliardi di euro", ha dichiarato Tom Enders, presidente dell'ASD. "Tuttavia, per rimanere competitivi e sviluppare nuovi prodotti, occorre incrementare le attività di R&T [ricerca e tecnologia]. Il rafforzamento della competitività continua a essere la questione chiave per la nostra industria, e l'ASD accoglie con favore il sostegno delle autorità UE e le incoraggia a impegnare risorse ingenti nel settore anche in futuro", ha affermato. I membri dell'ASD si sono dichiarati molto interessati alle iniziative tecnologiche congiunte (ITC), nuovi strumenti che verranno introdotti a titolo del prossimo Settimo programma quadro (7PQ). Le ITC saranno forme avanzate delle attuali piattaforme tecnologiche. In una conferenza svoltasi di recente, il commissario europeo per la Scienza e la ricerca Janez Potocnik ha affermato che le iniziative tecnologiche congiunte sono in grado di "attuare una parte specifica o la totalità di una piattaforma tecnologica europea". I principali obiettivi delle ITC sono: garantire l'attuazione coerente delle iniziative europee nel campo della ricerca, concentrare gli sforzi su progetti chiave per contribuire alla competitività dell'Europa e orientare gli investimenti nella ricerca e sviluppo verso soluzioni operative e commerciabili. La Commissione europea ha delineato in un documento di lavoro sei aree in cui potrebbe essere opportuno prevedere un'iniziativa tecnologica congiunta, sulla base di criteri quali l'importanza strategica, un comprovato valore aggiunto per l'Unione, l'impegno a lungo termine da parte del settore e l'adeguatezza o meno degli strumenti comunitari esistenti. "Aeronautica e trasporto aereo" è una di queste aree. Dando seguito al documento di lavoro, il 16 maggio l'ASD ha organizzato un workshop in cui i rappresentanti dell'industria hanno discusso della creazione di una ITC denominata "Clean Sky" (Cielo pulito). "Spetta ai responsabili dei settori coinvolti creare le condizioni per dimostrare che i programmi di ricerca strategica che sono stati sviluppati rispondono agli specifici requisiti di un'iniziativa tecnologica congiunta e che la loro attuazione porterà alla realizzazione di obiettivi concreti che eserciteranno un impatto positivo sulla competitività industriale dell'Europa", afferma il documento della Commissione. Se verrà approvata, l'iniziativa tecnologica congiunta Clean Sky "valuterà, progetterà, costruirà e sperimenterà molti veicoli di convalida tecnologica che conferiranno al settore la certezza di poter lanciare molto prima del previsto prodotti più verdi e più innovativi", afferma il segretario generale dell'ASD François Gayet. Al workshop hanno partecipato circa 100 rappresentanti dell'industria, dei centri di ricerca e del mondo accademico. Il gruppo dell'iniziativa tecnologica congiunta Clean Sky è attualmente costituito da un nucleo centrale di nove imprese: AgustaWestland, Airbus, Alenia Aeronautica, Dassault Aviation, Eurocopter, Liebherr Aerospace, Rolls Royce, Safran e Thales.