Skip to main content

Creating and Delivering Shared and Personalised Multi-Screen Broadcast and Broadband Experiences

Article Category

Article available in the folowing languages:

La televisione in qualsiasi modo la vogliate

L’industria televisiva sta per allentare leggermente la presa, per dare al telespettatore più controllo su come viene presentata la programmazione. Benvenuti nel mondo delle televisione multischermo personalizzata.

Economia digitale

Gli enormi schermi televisivi ad alta definizione non rappresentano più l’esperienza più recente per quanto riguarda la visione. Oggi molte persone guardano la televisione con vari dispositivi aggiuntivi al loro fianco. Anche se i contenuti trasmessi in streaming su Internet stanno mettendo a dura prova le emittenti televisive tradizionali, essi raramente completano la trasmissione principale. Al contrario, le due modalità spesso si scontrano. Molti telespettatori preferirebbero guardare i principali eventi televisivi con un contenuto supplementare sincronizzato proiettato su piccoli schermi. Eppure, finora, questa domanda è rimasta in larga misura insoddisfatta. Nuovo ambiente software Per soddisfare la domanda, il progetto 2-IMMERSE, finanziato dall’UE, ha sviluppato un ambiente software che rende possibile un contenuto televisivo personalizzabile, interattivo e multischermo. L’ambiente include le conoscenze e gli strumenti necessari per distribuire i contenuti in questo modo e ,inoltre, delle linee guida per ampliare l’infrastruttura. «Rendiamo possibile la personalizzazione della televisione usando trasmissioni basate su oggetti (OBB, object-based broadcasting)», afferma Doug Williams, responsabile tecnico del progetto 2-IMMERSE, «ovvero dove gli oggetti del contenuto (grafica, video e audio) vengono renderizzati nel dispositivo dei clienti anziché prima della trasmissione». Il software, che si basa su tecnologie Internet di uso comune, consente a dispositivi aggiuntivi di scoprire ed eseguire congiuntamente i servizi. Il sistema definisce il ruolo che ciascuno schermo deve avere nell’esperienza multischermo. L’innovazione consente anche agli utilizzatori di interagire con i contenuti e di condividere a distanza esperienze tra di loro. Sviluppo del prototipo I ricercatori hanno creato e convalidato una serie composta da cinque prototipi open-source di sistemi OBB, destinati ad abitazioni e spazi pubblici. Ciascun prototipo introduceva nuove funzionalità e capacità. Il primo sistema ha dimostrato il principio di base del progetto e ha stabilito il concetto di Teatro a casa. Gli utenti erano in grado di assistere a una rappresentazione di Shakespeare come se fossero in un vero teatro, essendo in grado di chattare con gli amici, o di consultare testi tra i quali il copione e la sinossi dello spettacolo. Il prototipo successivo ha usato una trasmissione di MotoGP per introdurre funzionalità di design responsivo, profili utente e selezione da parte dell’utente di segnali video aggiuntivi. I due prototipi successivi mostravano la presentazione della finale della Emirates FA Cup, introducendo la personalizzazione del servizio in tempo reale separatamente per abitazioni e nelle aree pubbliche per tifosi. Le aree tifosi sono degli spazi pubblici attrezzati con maxischermi, spesso appena fuori dagli stadi sportivi, dove i tifosi senza biglietto si riuniscono per assistere agli eventi. Il prototipo finale, Teatro nelle Scuole, ha aggiunto dei servizi educativi interattivi multischermo che presentano differenti modalità per insegnanti e studenti. Ciò ha consentito agli studenti di creare e condividere le reazioni alla rappresentazione di Shakespeare. La presentazione del team della MotoGP ha vinto il premio 2018 HbbTV quale miglior servizio multischermo. Altri prototipi del progetto sono stati nominati per il premio della Società britannica di ricerche di mercato nella categoria Migliore innovazione. I prototipi dei servizi favoriscono i tifosi sportivi e il teatro dal vivo, oltre ai docenti di inglese e teatro, ma il concetto del progetto non è limitato a questi settori. Praticamente qualsiasi genere televisivo potrebbe essere adattato al concetto di 2-IMMERSE. I ricercatori sperano di promuovere una comunità di pratica basata sul software distribuito dal progetto. «Ci auguriamo che le società di produzione televisive adottino questo concetto», aggiunge Williams, «adattando i loro flussi di lavoro e i loro prodotti in modo da consentire la generazione di video, grafica e audio che possano essere gestiti in trasmissioni basate su oggetti». Il progetto continuerà a lavorare con aziende nel campo delle telecomunicazioni per esplorare il potenziale delle OBB per le trasmissioni sportive e per altri settori. L’era dei telespettatori che guardano passivamente le trasmissioni televisive sta finendo. Grazie a 2-IMMERSE, i telespettatori avranno preso a disposizione molti opzioni per l’interattività e la personalizzazione.

Parole chiave

2-IMMERSE, multischermo, teatro, sport, interattivo, trasmissione basata sugli oggetti, immersivo, streaming, personalizzabile

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione