Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Ricercatori della Northumbria fanno grandi progressi

Ricercatori e ingegneri alla Northumbria University nel Regno Unito hanno sviluppato vestiti intelligenti che si auto riparano e sensori che possono emettere un segnale quando sta per avere inizio una crisi epilettica. Queste ultime creazioni, assieme a numerosi altri strume...

Ricercatori e ingegneri alla Northumbria University nel Regno Unito hanno sviluppato vestiti intelligenti che si auto riparano e sensori che possono emettere un segnale quando sta per avere inizio una crisi epilettica. Queste ultime creazioni, assieme a numerosi altri strumenti innovativi e soluzioni, sono state presentate al recente lancio del nuovo gruppo di ricerca P3i della Northumbria presso la Royal Academy of Engineering (RAE) nel Regno Unito a settembre. P3i è un'iniziativa di ricerca sul design che intende accelerare lo sviluppo di materiali intelligenti (P3i) "stampabili, verniciabili e programmabili" che potrebbero poi aiutare nella realizzazione concreta di prodotti, servizi ed esperienze intelligenti. I designer, ingegneri e matematici di P3i stanno fornendo soluzioni tecniche chiave che rendono migliore la vita per la società. Il centro inizierà a valutare materiali e tecnologie dentro, sopra e attorno al corpo umano. I ricercatori di P3i hanno permesso al mondo di dare una breve occhiata a ciò che stanno facendo alla mostra Towards Future Ways of Living alla RAE. Gli specialisti della Northumbria stanno promuovendo lo sviluppo di nuove tecnologie in Europa. Finora essi hanno sviluppato una macchina bioplotter che può stampare strutture tridimensionali a più componenti, oltre a un microscopio a forza atomica che studia i materiali su scala nanoscopica. Essi stanno attualmente lavorando su "smartware", tessuti che curano le ferite croniche causate dal diabete e le ulcere sulle gambe. La loro tecnologia "senseware", che è costituita da sensori di movimento all'interno dei tessuti, può fornire ai medici gli strumenti di cui hanno bisogno per rilevare l'inizio di crisi epilettiche. La tecnologia "bioware" del centro è integrata in materiali e superfici che troviamo a casa e sul corpo. "Il lavoro dei designer e degli ingegneri di P3i collocherà gli individui al centro della tecnologia, inventando soluzioni per una popolazione che sta invecchiando, sviluppando tecnologie che migliorano la qualità della vita e creando prodotti su misura che si collegano con le persone a un livello emozionale," ha detto il professor Raymond Oliver direttore di P3i. "Il nostro obbiettivo è quello di essere all'avanguardia nei prodotti e nei servizi innovativi con uno scopo reale, guidati dal design, motivati dalla necessità, sostenuti dalla tecnologia e concentrati sulle soluzioni."Per maggiori informazioni, visitare: Northumbria University http://www.northumbria.ac.uk/ P3i http://www.northumbria.ac.uk/sd/academic/scd/research/themes/makingsense/p3i/