Skip to main content

Article Category

Article available in the folowing languages:

Ceramica che previene l’infezione dell’impianto dentale tramite un’azione batteriostatica

L’accumulo di placca sui denti può provocare la carie dentale e la malattia parodontale, una delle forme più diffuse di patologia ossea nell’uomo. Attraverso un impianto dentale innovativo, il progetto INPERIO offre una soluzione per affrontare la placca batterica e mantenere sani gli impianti dentali.

Salute

Le malattie parodontali, quali la gengivite e la parodontite, sono di natura infettiva e vengono causate dalla formazione di biopellicole batteriche o di placca dentale. I batteri legati alla parodontite distruggono i fissaggi che circondano e sostengono i denti. Questi batteri sono anche associati ad altre condizioni sistemiche, tra cui malattie respiratorie e vari disturbi autoimmuni.

Un impianto dentale innovativo

Quando la malattia parodontale si verifica in presenza di impianti anziché di denti naturali, si rivela anche più aggressiva ed è chiamata perimplantite. Considerando il fallimento della terapia antimicrobica localizzata, i ricercatori del progetto INPERIO, finanziato dall’UE, hanno sviluppato un impianto dentale innovativo che combina tecnologie rivoluzionarie. «Il nostro obiettivo è stato quello di fornire una soluzione ai pazienti affetti da perimplantite combinando biomateriali brevettati», spiega Lidia Goyos, coordinatrice di INPERIO e responsabile di progetto presso Nanoker Research S.L. I ricercatori hanno combinato due tecnologie brevettate (di proprietà del Consiglio di ricerca nazionale spagnolo, CSIC, e concesse in licenza esclusiva a Nanoker Research S.L.) in un prodotto innovativo di protesi dentale: un nuovo composto ceramico e un nuovo bioglass. Questo materiale ceramico composito avanzato, che abbina ossido di zirconio stabilizzato con ossido di cerio ad allumina, presenta molti vantaggi sulle soluzioni dentali in ceramica esistenti, tra cui funzioni di progettazione superiori. Questo materiale mostra anche una rugosità ottimale di superficie che elimina la necessità di effettuare ulteriori trattamenti superficiali aggressivi per favorire l’osteointegrazione. Inoltre, le sue proprietà meccaniche possono resistere alle forze della cavità orale per lungo tempo.

Prestazioni cliniche e prospettive future

La tecnologia di INPERIO è in grado di produrre impianti di diametro stretto, ideali per le ricostruzioni estetiche. La progettazione dell’impianto consente anche le correzioni degli angoli, le ricostruzioni con fissaggio a vite e i protocolli di carico immediato. Inoltre, può essere prodotto in ogni dimensione per soddisfare le esigenze del paziente. «L’aspetto più significativo del comportamento clinico dell’impianto di INPERIO è il fatto di seguire esattamente gli stessi protocolli chirurgici e protesici degli impianti in titanio, fornendo nel contempo i vantaggi biologici e antimicrobici della ceramica», sottolinea Goyos. Il rivestimento in bioglass impedisce l’adesione batterica consentendo al tempo stesso un migliore fissaggio dei tessuti molli rispetto agli impianti standard in titanio. Evitando la formazione della placca batterica, l’impianto garantisce la conservazione dell’osso del paziente, che rappresenta la causa principale di insuccesso degli impianti convenzionali nel lungo periodo. L’impianto può essere utilizzato in presenza di vari livelli di malattia, riducendo il dolore e l’invasività del trattamento. È importante sottolineare che l’adozione di questo impianto dovrebbe ridurre la spesa sanitaria relativa alla malattia parodontale e alla perimplantite. Contribuirà inoltre a ridurre il consumo di antibiotici, nonché l’insorgenza di batteri resistenti agli antibiotici. Secondo Goyos, «il team scientifico di INPERIO è stato in grado di spingere in avanti i suoi confini più del previsto, dando vita a un prodotto rivoluzionario che ci auguriamo avrà un impatto molto positivo sulla salute dei pazienti affetti da malattie parodontali e peri-implantari in tutto il mondo». Attualmente, il team sta lavorando a un nuovo prodotto, un impianto dentale in due parti interamente in ceramica con la versatilità dei più avanzati impianti dentali in due parti in titanio. Inoltre, i ricercatori stanno intraprendendo tutte le iniziative di certificazione necessarie per avere sul mercato al più presto possibile il rivestimento in bioglass, oltre che per ricomprenderlo nei prodotti proprietari di Nanoker Research S.L.

Parole chiave

INPERIO, impianto dentale, ceramica, perimplantite, bioglass, parodontite

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione