Skip to main content
European Commission logo print header

Biogas production from non-food lignocellulosic biomass waste.

Article Category

Article available in the following languages:

Chiudere il ciclo del biogas

Un’azienda di biocarburanti sta sviluppando un processo sostenibile per produrre biogas e riutilizzare il digestato residuo.

Cambiamento climatico e Ambiente icon Cambiamento climatico e Ambiente

L’utilizzo di biogas è in crescita. Prodotto dalla scomposizione di materia organica tra cui rifiuti agricoli e urbani, letame, rifiuti alimentari e vegetali e liquami, il biogas è più pulito rispetto ad altri tipi di biocarburanti. Tuttavia, il problema è che oltre a creare biogas, il processo di digestione anaerobica produce anche rifiuti organici, denominati digestato. Di solito questo digestato è molto umido, complicando il trasporto e la distribuzione delle sostanze nutritive che contiene. Nonostante il digestato possa essere anche seccato e bruciato, questa opzione rilascia nell’aria gas carbonici nocivi e, in sostanza, annulla molti dei benefici che offre il biogas. Il progetto BioFuel Fab, finanziato dall’UE, sta lavorando per chiudere questo ciclo. A tal fine, il progetto sta sviluppando una soluzione energetica autosostenibile, la quale garantisce che l’intero processo di produzione di biogas sia economicamente redditizio e sostenibile per l’ambiente. «Per sostituire i combustibili fossili, abbiamo creato una soluzione lucrativa che fornisce bioenergia accessibile, pulita e conservabile», dichiara Petteri Salonen, amministratore delegato di Finrenes, un’azienda di biocarburanti con sede in Finlandia e partner principale del progetto BioFuel Fab.

Trasformare una sfida in un’opportunità

L’elemento distintivo della soluzione di BioFuel Fab risiede nel fatto che oltre a produrre biogas, si avvale anche del digestato residuo. «Abbiamo capito che qualsiasi processo di produzione energetica che include l’incenerimento di biomasse non riceverebbe alcun sostegno nel futuro», spiega Salonen. «Abbiamo trasformato questa sfida in un’opportunità e abbiamo iniziato a usare il digestato come una risorsa economica per la cattura e lo stoccaggio del carbonio, per il riciclo di sostanze nutritive e per la gestione delle acque piovane». Il processo inizia con la raccolta di risorse da scarti legnosi, quali piccoli alberi, rami, corteccia, paglia, erba e letame. Una volta scomposti, il biogas è rimosso e ricostituito nel biometano, utilizzabile per alimentare mezzi e per produrre elettricità. Quindi, invece di bruciare il digestato, BioFuel Fab lo converte in pellet organici marroni che possono servire a diversi scopi. «Questi pellet marroni sono utilizzabili come un’alternativa di combustibile rinnovabile al carbone fossile o per gestire il drenaggio delle acque piovane», osserva Salonen. «I pellet sono utilizzabili anche come fertilizzanti organici, dove effettivamente catturano il carbonio e assicurano preziose sostanze nutritive alle piante».

Un passo verso un futuro senza carbonio

Durante il progetto, i ricercatori hanno convalidato con successo la fattibilità del processo stesso e del suo potenziale di business. «Abbiamo dimostrato che la nostra soluzione è valida su scala europea», aggiunge Salonen. «Anche se la soluzione da sola non sarà la risposta a un futuro senza carbonio, essa svolge un ruolo essenziale nella sostituzione dei combustibili fossili utilizzando anche la cattura del carbonio per compensare le emissioni rimanenti». Attualmente l’azienda sta lavorando per assicurarsi i finanziamenti della fase due. Questi finanziamenti saranno utilizzati per costruire l’impianto di trattamento di BioFuel Fab e per iniziare il processo finalizzato a immettere sul mercato i suoi biogas, tecnologia e pellet marroni. «Il nostro obiettivo finale consiste nel dimostrare come è possibile utilizzare tutti i tipi di rifiuti come una risorsa per costruire un futuro migliore e più sostenibile», conclude Salonen.

Parole chiave

BioFuel Fab, biogas, biocarburanti, sostenibile, digestato, combustibili fossili, bioenergia, cattura del carbonio, biometano

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione