Skip to main content

The world's first edge computing solution for SMEs enabling energy efficiency, Industry 4.0 and new business models for the energy sector

Article Category

Article available in the folowing languages:

ENIT Agent 2.0: un software rivoluzionario spinge al limite l’intelligenza energetica aziendale

Una nuova piattaforma software aperta promette di alleggerire il carico delle imprese quando si tratta della gestione dei propri consumi energetici. Acquisendo informazioni da dati in tempo reale, questa nuova soluzione offre maggiore trasparenza sul consumo energetico, aiutando le imprese a tagliare del 20 % le loro emissioni di carbonio.

Economia digitale
Energia

Le piccole e medie imprese (PMI) sono la spina dorsale dell’economia europea e rappresentano il 99 % di tutte le imprese dell’UE: un mutamento nel loro comportamento energetico potrebbe tradursi in un cambiamento epocale verso un’economia a basse emissioni di carbonio. A causa della crescente concorrenza, la maggior parte delle PMI è impegnata a mantenersi a galla, soddisfacendo i propri clienti e mettendo da parte l’idea di accogliere misure volte all’efficienza energetica e all’uso di energia rinnovabile. Il finanziamento dell’UE ha permesso allo spin-off dell’Istituto Fraunhofer, ENIT Energy IT Systems, di sviluppare e mettere sul mercato un sistema eccezionale di monitoraggio e di controllo pensato appositamente per le PMI con un consumo di energia elevato. «Il nostro sistema decentralizzato di gestione dell’energia rappresenta una soluzione unica per aiutare i clienti a ottenere una maggiore trasparenza riguardo al proprio consumo di elettricità, calore, gas e acqua. Questo sistema combina un registratore di dati, un gateway, una banca dati, un server e un software di analisi in un unico dispositivo: siamo di fronte a un concetto completamente nuovo per la gestione dell’energia», osserva Patrick Durst, tirocinante presso l’azienda ENIT Energy.

Portare la gestione dell’energia al livello successivo

A differenza dei sistemi di gestione dell’energia d’avanguardia, l’ENIT Agent 2.0 è il primo sistema che presenta un’interoperabilità completa per dispositivi di produttori differenti di contatori intelligenti, gateway e accessori nonché per tutti i tipi di attrezzature basate sulle tecnologie energetiche (pannelli solari, invertitori e impianti di cogenerazione). Motori di comunicazione specifici e interfacce standardizzate eliminano la necessità di compiere investimenti per l’ampliamento, la sostituzione o l’installazione di sistemi. «Il nostro prodotto funge da contatore di impulsi, visualizzando tutti i dati di consumo di ogni macchina e di ogni contatore affinché i clienti acquisiscano una nuova comprensione dei processi e delle loro interdipendenze», afferma Hendrik Klosterkemper, co-fondatore di ENIT Energy. Ciascun utente di una PMI vede i propri indicatori chiave di prestazione su un pannello. Poiché il sistema registra i dati energetici ogni 15 secondi, riesce a individuare maggiori potenzialità per diminuire il consumo energetico e i costi, sbaragliando i sistemi della concorrenza che registrano i dati ogni 15 minuti. Inoltre, ENIT Agent 2.0 è modulare ed espandibile, offrendo tutte le funzionalità necessarie non solo alla creazione di un sistema di raccolta dati, ma anche alla costituzione dell’intelligenza aziendale, contribuendo alla gestione dei processi o persino alla gestione degli allarmi. L’azienda ha anche presentato un’interfaccia aperta di programmazione delle applicazioni per l’integrazione di sistemi di terze parti, agevolando in questo modo la fornitura di maggiori funzioni e accorciando i tempi di commercializzazione. Gli utenti dispongono di punti di accesso web, che permettono loro non solo di tracciare i flussi di energia in tempo reale, ma anche di scoprire dove occorre effettuare interventi di manutenzione predittiva. «La manutenzione predittiva è il cuore pulsante dell’Industria 4.0. Tutte le funzionalità innovative di ENIT Agent 2.0 hanno contribuito a trasformarlo da un semplice sistema di gestione dell’energia in una piattaforma industriale basata su Internet delle cose per applicazioni dell’Industria 4.0», osserva Durst.

PMI: motori chiave della crescita ecologica

Nel marzo 2020, la Commissione ha presentato una nuova strategia industriale per garantire che le imprese europee siano in grado di compiere la transizione verso la neutralità climatica e un futuro digitale. Riconoscendo il ruolo fondamentale delle PMI nel panorama dell’economia dell’UE, la Commissione ha inoltre proposto una strategia per le PMI per incentivare l’innovazione ed eliminare le procedure burocratiche, permettendo un migliore accesso ai finanziamenti. L’efficiente analisi dei dati, come quella offerta dalla soluzione di ENIT Energy, rappresenta un acceleratore determinante per realizzare i tentativi di trasformazione digitale delle PMI. Avvalendosi della sua innovativa soluzione per la gestione dell’energia, ENIT Energy potrebbe fornire nuovi modelli aziendali che rendono più semplice la transizione energetica delle PMI. Ad esempio, i modelli aziendali blockchain potrebbero rappresentare una modalità più trasparente e decentralizzata di attuare le future transizioni relative all’energia.

Parole chiave

ENIT Agent 2.0, PMI, ENIT Energy IT Systems, Industria 4.0, consumo energetico, piccole e medie imprese, manutenzione predittiva, gestione decentralizzata dell’energia

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione