Skip to main content

Article Category

Article available in the folowing languages:

Indagine sui sistemi giudiziari non statali di tutta Europa

In tutta Europa, i cambiamenti demografici hanno messo in luce la questione dei sistemi giudiziari non statali. Un progetto di ricerca ha esaminato il modo in cui questi sistemi si inseriscono nella società europea.

Società

Migrazioni e cambiamenti demografici hanno introdotto nuovi sistemi giuridici paralleli nella società europea. Il progetto TRANSNATIONALaw, finanziato dall’UE, ha cercato di esaminare le modalità del loro utilizzo, considerando in particolare le radici non europee e non islamiche delle pratiche giuridiche alternative curde. Il progetto ha utilizzato come casi di studio le città di Berlino, in Germania, e Diyarbakir, in Turchia. TRANSNATIONALaw ha esaminato i collegamenti transnazionali e le interrelazioni tra i due meccanismi non statali di risoluzione delle controversie. Il gruppo di ricercatori del progetto ha inteso approfondire quando, come e perché le persone si rivolgono ai tribunali non statali in entrambi i contesti etnografici e ha esaminato inoltre gli impatti legati al genere di questi tribunali. «Il modo in cui i giudici non ufficiali curdi prendevano le loro decisioni e come queste ultime si riflettevano, positivamente o negativamente, sul genere femminile hanno costituito aspetti cruciali di questa ricerca», spiega Latif Tas, borsista con sovvenzione globale del programma Marie Skłodowska-Curie presso la Scuola di studi orientali e africani dell’Università di Londra. Nell’ambito della sua ricerca, Tas ha visitato i tribunali generici e femminili di molte città curde in Turchia e in Europa, osservando direttamente centinaia di procedimenti giudiziari non ufficiali e conducendo varie interviste.

Sistemi giudiziari non statali

La ricerca di Tas ha rivelato che oltre la metà dei procedimenti di queste città veniva risolta al di fuori del tribunale dello stato e senza che lo stato ne fosse a conoscenza. In Turchia e in Germania, la comunità deve nascondere tutte le sue attività legate ai tribunali non ufficiali, spiega Tas. Si occupano di quasi tutti i contrasti segretamente, emettendo sentenze senza informare o addirittura senza alcun collegamento con lo stato. Talvolta ciò è dovuto a divergenze di fondo tra le comunità e lo stato, come in Turchia, ad esempio, dove esiste una crescente divisione tra la società curda e lo stato che sta generando un ricorso più diffuso ai sistemi giudiziari non statali. «I risultati della mia ricerca dimostrano, come affermato anche dal recente rapporto della relazione del 2020 della Commissione europea sulla Turchia, che un sistema giuridico turco disfunzionale e pesantemente influenzato politicamente, nonché una corruzione diffusa con ripercussioni economiche e legali, hanno creato un clima di sfiducia nei confronti delle istituzioni dello stato», afferma Tas, coordinatore del progetto TRANSNATIONALaw. Alcuni scelgono di rivolgersi a sistemi non statali a causa del costo o delle complicazioni legate ai tribunali ufficiali. «Se un avvocato chiede più di 1 000 euro per la gestione di un semplice testamento o se nel tribunale statale ci vogliono anni e ingenti somme di denaro per risolvere un procedimento banale, allora le persone inizieranno a valutare e scegliere soluzioni differenti», aggiunge.

Relazioni di genere

Il progetto TRANSNATIONALaw ha indicato che molte pratiche possono essere per lo più di natura laica e che la partecipazione e l’uguaglianza di genere possono essere messe in primo piano, come è avvenuto ad esempio per molti curdi apolidi in Turchia. Secondo la pratica curda dell’autonomia democratica, si tiene un’elezione per ogni posizione, che è presieduta insieme da un uomo e da una donna. Nell’ambito di questa struttura, viene creato inoltre un sistema giudiziario alternativo femminile autonomo. «Questi livelli e organizzazioni autonomi sono legati tra loro e seguono uno schema di interconnessioni piramidale», spiega Tas.

Prossime fasi

Questo progetto ha solo fatto emergere altri nuovi interrogativi e ha confermato che vi è spazio per ulteriori ricerche da condurre. «Devono essere approfondite le relazioni tra le diverse attività informali, anche di natura economica, e i tribunali non ufficiali», conclude Tas.

Parole chiave

TRANSNATIONALaw, giuridico, sistema, non statale, curdo, donna, genere, democratico

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione