Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Promuovere la parità di genere nelle scienze tramite il divertimento e i giochi

Un progetto finanziato dall’UE propone un nuovo e interessante approccio alla lotta contro gli stereotipi di genere nell’ambito della ricerca e dell’innovazione, ovvero un gioco da tavolo il cui obiettivo è la vincita del premio Nobel.

Società

La parità di genere figura tra i diritti umani fondamentali, rappresentando inoltre una condizione necessaria per un mondo pacifico e prospero. Tuttavia, come afferma Mariya Gabriel, commissaria europea per l’innovazione, la ricerca, la cultura, l’istruzione e i giovani in un’intervista pubblicata sul sito web «Science|Business», «pur essendo la parità di genere importante in sé e per sé, … disporre di un numero maggiore di donne attive nel campo della scienza è al servizio di un altro e, probabilmente, persino più elevato scopo: una scienza migliore».

Poche donne in ambito scientifico

Ciononostante, e malgrado tentativi di sradicare le disparità di genere nella ricerca e nell’innovazione, le donne continuano a essere sottorappresentate in questo ambito. La commissaria Gabriel fornisce prove schiaccianti in tal senso: «Prendendo in esame tutte le discipline, appena un terzo dei ricercatori nell’UE è costituito da donne e solo il 15 % è impegnato nell’ambito della scienza, della tecnologia, dell’ingegneria e della matematica (STEM). Inoltre, un aspetto piuttosto sorprendente è che meno del 10 % delle donne detiene un brevetto, appena l’8 % delle start-up europee è fondato da gruppi di sole donne e unicamente il 25 % è fondato da un gruppo in cui è presente almeno una donna». Il progetto GEARING ROLES, finanziato dall’UE, sta attualmente presentando un gioco da tavolo denominato «Nobel Run», corsa per il Nobel. Si tratta di un approccio interessante e innovativo per affrontare la questione degli stereotipi di genere nelle scienze. In questo gioco da tavolo contraddistinto dalla costruzione del mazzo, i giocatori e le giocatrici devono gestire un gruppo di ricerca, assumere ricercatori e ricercatrici predottorato, postdottorato e senior, pubblicare articoli e ottenere finanziamenti tramite progetti internazionali.

Punti salienti del gioco con figure femminili di spicco

Lo scopo del gioco, come suggerisce il nome, è la vincita del premio Nobel. Per portare a termine questo compito, i giocatori e le giocatrici avranno modo di avvalersi dell’aiuto delle scienziate e delle inventrici di spicco raffigurate sulle carte. Tra i vari esempi compaiono Marie Curie (1867-1934), la prima donna a vincere un premio Nobel, Lise Meitner (1878-1968), la fisica austro-svedese che ha contribuito alle scoperte dell’elemento protoattinio e della fissione nucleare, e Jocelyn Bell Burnell (1943-), astrofisica irlandese che ha scoperto le primi pulsar radio nel 1967. Figurano inoltre la cosmonauta russa Valentina Tereshkova (1937-), la prima donna nello spazio, la matematica americana Katherine Johnson (1918-2020), una delle prime donne afro-americane a lavorare come scienziata alla NASA, la fisica sperimentale cino-americana Chien-Shiung Wu (1912-1997), celebre per i suoi notevoli contributi alla fisica nucleare, nonché Hedy Lamarr, attrice, inventrice e produttrice di film austriaca, le cui invenzioni hanno aperto la strada alle tecnologie del wifi e del Bluetooth. Il gioco comprende inoltre diverse altre carte, tra cui alcune che mostrano l’impatto del fornire assistenza o di quello della sindrome dell’impostore sulle carriere scientifiche. Un’altra carta mostra inoltre la mappa dell’Europa e dei paesi partner che stanno attuando piani a favore della parità di genere nell’ambito del progetto. Il progetto GEARING ROLES (Gender Equality Actions in Research Institutions to traNsform Gender ROLES) consiste in un consorzio multidisciplinare composto da 10 partner europei provenienti dal mondo accademico e non accademico. Allo scopo di sfidare e trasformare i ruoli di genere responsabili di perpetrare la disuguaglianza, il progetto sta creando e attuando sei piani volti alla parità di genere che si misureranno con diversi tipi di discriminazione di genere che condizionano l’affermarsi di opportunità eque per donne e uomini nelle istituzioni di ricerca. Gli obiettivi principali sono quattro: abbattimento delle barriere poste al reclutamento femminile, superamento degli squilibri di genere nelle istituzioni di ricerca e promozione delle donne in posizioni di comando, presentazione di figure di riferimento alternative in campi tradizionalmente dominati da uomini e promozione della parità di genere nei centri di ricerca. Il progetto si concluderà a dicembre 2022. Per maggiori informazioni, consultare: sito web del progetto GEARING ROLES

Parole chiave

GEARING ROLES, parità di genere, donne, gioco da tavolo, ricerca, innovazione, premio Nobel

Articoli correlati