Skip to main content

Automatized Design of Injection Molds

Article Category

Article available in the folowing languages:

Lo stampaggio automatizzato per plasmare il futuro dell’industria

Un approccio algoritmico alla progettazione degli stampi promette di ridurre i costi di produzione e accelerare la progettazione dei prodotti. Fornire alle piccole e medie imprese l’accesso alla tecnologia degli stampi a prezzi accessibili incoraggerà anche l’innovazione.

Tecnologie industriali

Gli stampi sono indispensabili per la fabbricazione di parti in plastica, che possono andare dalle microlenti di meno di un millimetro ai pannelli di carrozzeria per automobili a grandezza naturale. «Per ogni componente deve essere progettato e costruito uno stampo», spiega il coordinatore del progetto AUTOMOLD Thomas Auzinger, un ricercatore post-dottorato presso l’Istituto di Scienza e Tecnologia in Austria. «Questo stampo viene poi utilizzato in una macchina per lo stampaggio a iniezione, per produrre copie del pezzo». La progettazione degli stampi è ancora in gran parte un processo manuale e i costi iniziali possono talvolta rappresentare una spesa insormontabile, soprattutto quando si produce solo un piccolo lotto di articoli. L’introduzione di una maggiore automazione nella progettazione degli stampi potrebbe contribuire in modo significativo alla riduzione dell’ostacolo rappresentato dai costi.

Interesse positivo dell’industria

Il progetto AUTOMOLD è stato avviato per far sì che la progettazione automatizzata degli stampi si avvicini alla commercializzazione. Il progetto si basa su un precedente lavoro finanziato dall’UE, che ha posto le basi per questa tecnologia. «Presso l’IST Austria uno dei principali ambiti di ricerca riguarda le modalità con cui i nuovi algoritmi informatici possono contribuire a progettare oggetti funzionali, da nanostrutture al vetro dei grattacieli», afferma Ruslan Guseinov, responsabile tecnico del progetto. «Ci siamo presto resi conto che tali metodi di progettazione automatizzata potrebbero essere applicati anche alla produzione stessa». Grazie a una sovvenzione iniziale del Consiglio europeo della ricerca, il gruppo responsabile del progetto ha deciso di vedere se i moderni metodi algoritmici potevano contribuire a migliorare la produzione di stampi a iniezione. Sono state sviluppate nuove tecniche algoritmiche per la progettazione automatizzata degli stampi e i risultati sono stati poi pubblicati nelle principali riviste accademiche e presentati alle conferenze sui progressi nel calcolo visuale. Inoltre, questi metodi sono stati brevettati con successo. «Visto il riscontro positivo da parte dei nostri contatti nell’industria, abbiamo poi iniziato a studiare le applicazioni pratiche dei risultati della nostra ricerca», aggiunge Auzinger, «il che ha portato al più recente progetto finanziato dall’UE». Nel progetto MATERIALIZABLE, Auzinger e Guseinov sono riusciti a sviluppare un prototipo industriale basato sulla progettazione automatizzata degli stampi. Allo stesso tempo, sono stati fatti i primi passi per la commercializzazione di questo metodo. «Conoscere le esigenze del mercato è fondamentale per riuscire a commercializzare i risultati della ricerca», afferma Auzinger. «Ecco perché abbiamo eseguito numerosi studi di mercato e contattato una vasta gamma di aziende lungo la catena del valore dello stampaggio a iniezione».

Tecnologia automatizzata per tutti

Auzinger e Guseinov vedono grandi potenzialità nella progettazione automatizzata degli stampi. La tecnologia promette di ridurre le spese di manodopera altamente qualificata, di accelerare il processo di progettazione e di fornire strumenti di stampaggio online convenienti. Fra i potenziali clienti vi sono aziende nel campo della produzione di stampi, ma Auzinger e Guseinov sono anche interessati a fornire la produzione industriale professionale a un pubblico più ampio. Ridurre la barriera dei costi e delle conoscenze associata allo stampaggio a iniezione potrebbe rivelarsi un vantaggio per start-up e appassionati, aiutandoli a realizzare i loro progetti in modo realistico e scalabile. «Attualmente stiamo sviluppando casi d’uso rilevanti sul piano industriale per diversi tipi di stampi a iniezione», osserva Guseinov, «e ciò rappresenterà la base per ulteriori sforzi di marketing. Grazie al riscontro positivo dei nostri partner industriali, ci vediamo sulla buona strada per portare la nostra soluzione sul mercato nel prossimo anno». Il gruppo responsabile di AUTOMOLD sta ora sviluppando le prime applicazioni industriali con partner del settore e nei prossimi mesi sarà fondata una società spin-off.

Parole chiave

AUTOMOLD, plastica, stampaggio, algoritmi, industriale, automatizzato, iniezione

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione