Skip to main content

Article Category

Article available in the folowing languages:

Soluzioni tecnologiche all’avanguardia per aiutare i pazienti colpiti da ictus

I servizi socio-sanitari non hanno abbastanza personale o fondi per offrire tutte le terapie domestiche necessarie ai pazienti colpiti da ictus. Sono dunque necessari metodi innovativi volti a colmare il divario di assistenza per il recupero di questi pazienti in Europa.

Salute

È necessario sostenere i servizi socio-sanitari di comunità, affinché i pazienti possano avere un recupero adeguato in seguito a ictus. Lavorando in maniera innovativa e ripensando i sistemi di assistenza grazie a nuove soluzioni e tecnologie, possiamo cambiare il nostro approccio all’assistenza, migliorando il benessere dei pazienti in tutta Europa e aumentando le possibilità di recupero dopo un ictus.

Trasformare la fornitura di servizi di assistenza socio-sanitaria

Il contributo dei prestatori di assistenza informali, della famiglia e della rete sociale del paziente è molto importante, ma sostenere il ruolo di queste persone resta complicato. Nonostante i progressi compiuti nello sviluppo di tecnologie di assistenza ai pazienti, non esiste un sistema sul mercato in grado di migliorare la riabilitazione a livello domestico e nessuna soluzione esistente è integrata ai servizi socio-sanitari. Di conseguenza, gli acquirenti pubblici non possono utilizzare i bandi aperti per attuare tecnologie efficaci che risolvano le lacune del sistema. «Uno strumento utilizzabile in casa in sicurezza, per aiutare i pazienti ad allenare le abilità motorie a un costo sostenibile, rappresenta un valore aggiunto per il sistema sanitario, sia per i pazienti che per il personale clinico», ha commentato Rachael McKibbin, responsabile dell’Iniziativa per la ricerca delle piccole imprese presso Business Services Organisation, l’azienda che ha coordinato il progetto MAGIC, finanziato dall’UE. MAGIC ha riconosciuto gli appalti pre-commerciali (APC) come l’opzione più adatta a incoraggiare il mercato ad affrontare tali lacune, tramite lo sviluppo di prodotti all’avanguardia. Al fine di sostenere la riabilitazione dei pazienti colpiti da ictus, i partner del progetto hanno utilizzato gli APC per identificare nuove tecnologie e servizi e hanno creato e adottato un processo di APC competitivo per avviare un bando di gara transfrontaliero.

Nuovi orizzonti tecnologici per i sopravvissuti all’ictus

Nell’ambito della competizione di APC, i fornitori hanno sviluppato e collaudato le proprie soluzioni in Irlanda del Nord e in Italia. Una di esse prevedeva l’incorporazione di videogiochi in realtà virtuale in un sistema di riabilitazione per l’ictus, al fine di migliorare il percorso di recupero attuale dei pazienti. Un’altra soluzione riguardava un dispositivo medico per riabilitare i pazienti colpiti da ictus in ambito domestico, utilizzando sensori indossabili e un biofeedback per esercizi che coinvolgessero tutto il corpo, nonché oggetti intelligenti per la riabilitazione delle mani e delle braccia. L’ultima proposta, invece, era una piattaforma wireless basata sull’apprendimento automatico, progettata per essere usata nelle case dei pazienti. Questa tecnologia risponde alle esigenze di riabilitazione specifiche di ciascuno e permette ai fisioterapisti di personalizzare gli esercizi, offrendo un monitoraggio e un riscontro continuativo del loro svolgimento. Tale procedura generica svolta dal team di MAGIC costituirà la base per futuri bandi APC nazionali. Organizzazioni pubbliche in tutta l’UE acquisiranno familiarità con i processi e gli strumenti di APC, sfruttandoli per rispondere alle proprie esigenze. L’obiettivo ultimo è quello di adottare tali appalti per trovare soluzioni a problemi sanitari comuni attraverso lo sviluppo di tecnologie innovative. Le sperimentazioni cliniche hanno dimostrato la fattibilità di queste soluzioni tecnologiche e il riscontro dei pazienti e dei medici è stato positivo. Grazie alle soluzioni proposte da MAGIC, i pazienti possono svolgere la riabilitazione a casa propria, beneficiando di una serie di esercizi e attività sviluppati appositamente per loro. Il personale socio-sanitario potrà inoltre registrare e valutare i dati sugli esercizi di ciascun paziente e adattarne di conseguenza il livello di difficoltà.

Parole chiave

MAGIC, ictus, riabilitazione, paziente colpito da ictus, assistenza, assistenza socio-sanitaria, appalti pre-commerciali, sanità

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione