Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Un dimostratore di microrete si appresta a favorire la transizione dell’India verso l’energia verde

Un approvvigionamento migliore ed emissioni minori: un dimostratore di rete intelligente, finanziato dall’UE e istituito a Nuova Delhi, si propone di migliorare la resilienza della rete e la sicurezza dell’approvvigionamento elettrico, potenziando al contempo l’integrazione delle fonti di energia rinnovabile nella rete.

Cambiamento climatico e Ambiente
Energia

Un gruppo di specialisti dell’energia, sostenuto dal progetto IELECTRIX, finanziato dall’UE, ha realizzato un dimostratore di rete intelligente in un distretto di Nuova Delhi, in India. La dimostrazione darà prova di come le soluzioni innovative che combinano unità fotovoltaiche locali e autoconsumo possano contribuire alla creazione di comunità energetiche a livello locale. La dimostrazione «Shakti», che prende il nome dalla dea Hindu associata all’energia creativa dell’universo, è diretta dall’azienda Enedis, che gestisce il sistema di distribuzione francese e coordina il progetto IELECTRIX. Per questa dimostrazione, all’azienda Enedis si sono uniti quattro membri del consorzio IELECTRIX: Tata Power Delhi Distribution Limited in India, l’azienda produttrice francese Schneider Electric, il gestore di servizi francese Odit-e, e GECO Global, azienda di ricerca e sviluppo danese. Come riferito in un articolo pubblicato sul sito web «SmartCitiesWorld», si tratta del primo dimostratore di rete intelligente in scala reale finanziato dall’UE che sarà istituito in India. Tramite questo dimostratore, i partner del progetto si stanno adoperando per costruire un’automazione a bassa tensione per garantire un migliore servizio ai consumatori. L’obiettivo consiste nel miglioramento della resilienza della rete e della sicurezza dell’approvvigionamento elettrico, nonché nel potenziamento dell’integrazione di fonti di energia rinnovabile solare nella rete, che avrà come conseguenza l’attenuamento delle emissioni di gas a effetto serra. Ciò è inoltre considerata un’opportunità per cittadini e comunità di prendere parte all’ecosistema di distribuzione energetica e alla transizione verde di Nuova Delhi. «Enedis, in qualità di leader mondiale nel settore delle reti intelligenti secondo l’indice delle reti intelligenti della società Singapore Power Group, si impegna a condividere la propria esperienza e le proprie competenze nell’ambito delle reti di distribuzione a livello internazionale, e in particolare in India, dove i clienti hanno la propensione a cercare soluzioni che permetteranno la transizione ecologica, pur garantendo la qualità dell’approvvigionamento e la continuità dell’energia ai massimi standard di mercato», afferma nel medesimo articolo Antoine Jourdain, direttore tecnico e internazionale di Enedis. «Con questo dimostratore, Enedis e suoi partner di progetto stanno collaudando soluzioni tecniche e modelli economici che è possibile replicare in Europa.»

Rafforzare la stabilità e la resilienza della rete

Il dimostratore Shakti è ospitato presso la sottostazione dell’istituto St. Xavier’s School di Delhi. Il sistema dimostrativo comprende pannelli fotovoltaici sul tetto con una potenza massima di 200 kilowatt di picco e un sistema di stoccaggio dell’energia a batteria di 200 kilovolt-ampere. Il sistema a batteria che racchiude in sé 42 moduli di batterie agli ioni di litio, concorrerà a migliorare la stabilità della rete fornendo una riserva di energia nell’eventualità di un’interruzione di corrente. Un sistema di gestione dell’energia controlla le risorse energetiche del sito dimostrativo, stabilendo il collegamento ai pannelli fotovoltaici e al sistema a batteria disponibili per prevedere e ottimizzare il consumo, la produzione e lo stoccaggio di energia. Tra gli altri componenti figurano contatori intelligenti, un’unità terminale per il monitoraggio e il controllo della rete a bassa tensione, e un trasformatore intelligente che favorisce la resilienza della rete adeguando automaticamente la tensione per mantenerla all’interno di limiti definiti. Oltre al dimostratore indiano, il progetto IELECTRIX (Indian and European Local Energy CommuniTies for Renewable Integration and the Energy Transition) dispone di altri tre siti dimostrativi situati in Germania, Ungheria e Austria. I risultati ottenuti dalla dimostrazione Shakti saranno presentati in occasione della cerimonia di chiusura del progetto che si terrà a ottobre 2022. Per maggiori informazioni, consultare: sito web del progetto IELECTRIX

Parole chiave

IELECTRIX, energia, rete intelligente, dimostratore, India, energia rinnovabile, elettricità

Articoli correlati