Skip to main content

ENERGY EFFICIENCY PROJECT DEVELOPMENT FOR SOUTH ATTICA

Article Category

Article available in the folowing languages:

Migliorare l’efficienza energetica degli edifici comunali in Grecia

I comuni di Atene, in Grecia, hanno avviato interventi di miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici pubblici, ottenendo un risparmio energetico ed economico superiore al 65 % e facendo leva su finanziamenti privati.

Cambiamento climatico e Ambiente
Energia

In linea con il quadro europeo, il settore pubblico dovrebbe svolgere un ruolo esemplare nella transizione energetica, migliorando le prestazioni energetiche degli edifici pubblici e dell’illuminazione stradale e integrando fonti di energia rinnovabili. Tuttavia, a causa delle risorse limitate e della necessità di dare la precedenza ad altre esigenze durante la crisi economica e la successiva pandemia, l’efficienza energetica è scesa al secondo posto nella scala di priorità dei comuni. La missione del progetto PRODESA, finanziato dall’UE, consisteva nel sostenere sette comuni di Atene, in Grecia, nel lancio di progetti in materia di efficienza energetica e di energia da fonti rinnovabili. L’obiettivo è stato raggiunto creando esempi basati su prove di mercato per le società di servizi energetici (ESCO, energy service company) greche in fase di avviamento, in grado di sfruttare i finanziamenti privati attraverso contratti di rendimento energetico (EPC, energy performance contracting). I team di lavoro hanno intrapreso attività di sviluppo delle capacità, come workshop e coaching, per soddisfare le esigenze specifiche di ogni fase di sviluppo del progetto. «PRODESA rappresenta il primo tentativo di questo tipo in Grecia e mira a creare una rete di comuni che replicheranno i risultati», afferma Eva Athanasakou, responsabile del Segretariato di gestione del progetto. Per questo motivo, il consorzio del progetto ha coinvolto attori chiave quali il Centro per le fonti energetiche rinnovabili e il risparmio energetico, la Rete europea di crowdfunding ed enti con competenze tecniche, finanziarie e giuridiche.

Infrastrutture pubbliche efficienti dal punto di vista energetico

I partner hanno sostituito i sistemi di riscaldamento esistenti a gas o a olio con pompe di calore e hanno installato sistemi fotovoltaici sui tetti per l’approvvigionamento di elettricità, soluzioni che hanno permesso di coprire gran parte del fabbisogno energetico di oltre 90 edifici. Hanno sostituito l’illuminazione attuale con quella a LED e integrato sensori di presenza che possono essere combinati con sistemi di comunicazione. Inoltre, hanno installato unità di ventilazione con recupero di calore ed eseguito interventi di miglioramento dell’ermeticità. Unitamente ai miglioramenti apportati all’isolamento esterno e agli infissi, queste modifiche hanno consentito agli edifici ristrutturati di raggiungere una classe di prestazione energetica quasi Zero, A o B+, secondo lo schema nazionale di certificazione dell’efficienza energetica. Complessivamente, le attività di PRODESA hanno registrato un risparmio di energia primaria pari al 65 %, il 40 % derivante dagli interventi di efficienza energetica, mentre circa il 50 % del carico rimanente è stato coperto dall’elettricità fotovoltaica.

Piano di finanziamento dei progetti energetici

PRODESA ha sostenuto l’implementazione su larga scala di progetti attraverso EPC con ESCO. I partner hanno anche esaminato il crowdfunding come uno dei meccanismi di finanziamento. «La miscelazione di finanziamenti pubblici e privati mediante EPC nel contesto di progetti di miglioramento dell’efficienza energetica è una pratica inedita in Grecia per quanto riguarda la ristrutturazione di edifici su larga scala», sottolinea Athanasakou. Inoltre, il progetto ha dimostrato l’innovazione organizzativa dei comuni greci, producendo una metodologia basata sui dati relativi alle prestazioni e agli investimenti EPC. Gli strumenti hanno permesso di formulare scenari di finanziamento e di combinare diverse fonti degli stessi. Attraverso i saldi e gli indicatori annuali dei flussi di cassa sia per il comune che per l’appaltatore/ESCO, la metodologia e gli strumenti generati hanno permesso di valutare economicamente le opzioni di efficienza energetica e delle fonti di energia rinnovabile. Includendo il punto di vista dell’appaltatore, gli utenti, ossia i titolari dei progetti, possono anche valutare la fattibilità dei progetti stessi per tale soggetto nell’ambito di determinati scenari e possono contribuire a definire un costo più realistico prima di appaltarne uno.

Verso la decarbonizzazione a livello nazionale

PRODESA ha creato una rete di almeno 30 comuni disposti a replicare le soluzioni progettuali e ha offerto attività di sviluppo di capacità e coaching per la realizzazione di progetti di efficienza energetica. A tal fine, sono state sviluppate linee guida su come attuare progetti di efficienza energetica simili attraverso il finanziamento EPC. Il progetto PRODESA è stato selezionato dal Patto dei sindaci come uno degli esempi più importanti di finanziamento di progetti di efficienza energetica nei comuni europei. Il prossimo obiettivo è quello di ottenere la decarbonizzazione degli edifici pubblici a livello nazionale entro il 2050 in tutti i comuni della Grecia.

Parole chiave

PRODESA, comuni, edifici pubblici, finanziamenti privati, finanziamenti misti, EPC, ESCO, Atene, sistemi fotovoltaici, ventilazione con recupero di calore, contratti di rendimento energetico, società di servizi energetici

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione