CORDIS - Risultati della ricerca dell’UE
CORDIS

Article Category

Results Pack

Article available in the following languages:

Fabbricazione antropocentrica: in che modo i nuovi approcci alla progettazione tecnologica possono trasformare l’industria europea

L’Industria 5.0 offre una visione trasformativa per l’Europa del XXI secolo, proponendo un approccio resiliente, sostenibile e antropocentrico. Questo Results Pack presenta 10 progetti finanziati dall’UE che affrontano elementi chiave per la transizione verso una produzione incentrata sull’essere umano. Attraverso la personalizzazione dei processi di fabbricazione, la produzione su richiesta, l’intelligenza artificiale e la collaborazione potenziata tra esseri umani e robot, questo lavoro apre la strada a un sistema che pone i bisogni e gli interessi umani fondamentali al centro dell’industria.

Economia digitale icon Economia digitale
Tecnologie industriali icon Tecnologie industriali
Società icon Società

Dalla Model T all’iPhone, la produzione di massa ha caratterizzato il XX secolo. I vantaggi economici di scala, la standardizzazione e la catena di montaggio hanno reso i prodotti accessibili e disponibili. La produzione industriale ha portato con sé tuttavia anche delle criticità: una produzione poco flessibile, un modello di consumo uguale per tutti e lavoratori troppo spesso impegnati in lavori ripetitivi, poco qualificati e retribuiti in modo inadeguato. Nel suo concetto di Industria 5.0 la Commissione europea offre un’alternativa: un approccio che genera vantaggi per l’industria, i lavoratori e la società in generale. Il sistema dà potere ai lavoratori, rispondendo alle loro esigenze in termini di competenze e formazione in continua evoluzione, e aumenta inoltre la competitività del settore, facilitando l’attrazione dei migliori talenti. Per di più, questo approccio promuove modelli di produzione circolare e tecnologie che rendono l’utilizzo delle risorse naturali più efficiente. Rivedendo le catene del valore e le pratiche di consumo ad alta intensità energetica esistenti, le industrie possono anche aumentare la loro resilienza contro gli shock esterni. Attraverso Orizzonte 2020 e il suo programma successore, Orizzonte Europa, l’UE finanzia una ricerca innovativa a sostegno della transizione dai tradizionali piani di fabbrica strutturati ad ambienti aperti con sistemi intelligenti, in cui l’essere umano è al centro delle catene dei processi produttivi e può collaborare a stretto contatto con i robot. Le tecnologie collaborative, tra cui le collaborazioni esseri umani-robot con l’IA e la produzione orientata al cliente, rappresentano un passo importante verso l’integrazione delle capacità umane. Esse possiedono un grande potenziale nell’industria manifatturiera europea e svolgono un ruolo significativo nella transizione verso l’Industria 5.0.

Tecnologia incentrata sulle persone

La ricerca finanziata dall’UE mira a garantire un’efficace collaborazione tra esseri umani e robot a livello industriale attraverso una nuova progettazione antropocentrica e sistemi meccatronici intelligenti. Ciò include la robotica morbida, macchine avanzate in grado di manipolare materiali complessi in ambienti di produzione industriale, e nuove tecnologie di intelligenza artificiale che consentono nuovi livelli di autonomia, navigazione e percezione cognitiva da parte dei robot industriali. Anche collaborare con i clienti per comprendere meglio le loro esigenze rappresenta un passo importante verso un’industria europea più resiliente e sostenibile. La ricerca a sostegno della produzione orientata al cliente può portare a processi di produzione più efficienti e produttivi attraverso strumenti innovativi come gli impianti dimostrativi di produzione collaborativa. I sistemi avanzati di intelligenza artificiale, la produzione integrata con il cliente e la robotica collaborativa sono tutte sfide tecnologiche messe in atto dal partenariato europeo Orizzonte 2020 Fabbriche del futuro, un partenariato pubblico-privato da 1,15 miliardi di euro per la ricerca e l’innovazione nel campo della produzione avanzata. Il partenariato prosegue nell’ambito di Orizzonte Europa, con il nome di Made in Europe (MiE). I progetti presentati in questo Result Pack mettono in luce esempi di collaborazione tra esseri umani e robot e di produzione orientata al cliente che stanno già dando vita a ruoli più sicuri e qualificati per chi lavora nel settore manifatturiero, a una migliore economia per l’industria e a una produzione adatta alle esigenze dei cittadini del XXI secolo. I progetti di questo Pack contribuiscono al progresso dell’Industria 5.0 in vari modi. Per coinvolgere il cliente nel processo di progettazione, DIY4U, iPRODUCE, OPEN!NEXT e INEDIT hanno creato strumenti per consentire la collaborazione con i produttori di detersivi, mobili e altro. Nel frattempo, progetti come TEACHING, SHERLOCK, SHAREWORK e STAR hanno sviluppato robot più avanzati, percettivi e affidabili, in grado di lavorare in modo più sicuro accanto agli esseri umani, mentre SOFTMANBOT e REMODEL hanno progettato macchine altamente abili in grado di svolgere compiti complessi in catena di montaggio.