Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Posizione della Commissione relativa alla telefonia vocale su Internet

La Commissione europea ha pubblicato un progetto di posizione relativo allo statuto della comunicazione vocale su Internet, ed invita ora le parti interessate a presentare le loro osservazioni prima che sia adottato. La posizione sarà adottata come complemento alla comunicazio...

La Commissione europea ha pubblicato un progetto di posizione relativo allo statuto della comunicazione vocale su Internet, ed invita ora le parti interessate a presentare le loro osservazioni prima che sia adottato. La posizione sarà adottata come complemento alla comunicazione dell'autunno 1995, relativa alla situazione della liberalizzazione del mercato delle telecomunicazioni. Il progetto di posizione valuta la telefonia vocale su Internet, nell'intento di stabilire se tale servizio rientri o no nel raggio d'azione della direttiva 90/388/CEE sulla concorrenza nei mercati dei servizi di telecomunicazione. In base all'analisi effettuata finora i servizi della Commissione ritengono che la telefonia vocale su Internet, in senso stretto, non possa essere considerata "telefonia vocale" ai sensi della direttiva UE per quattro ragioni principali: - i servizi di telefonia non costituiscono la ragione principale dell'uso di Internet, che non è offerto prioritariamente a questo fine; - il servizio è a disposizione di tutti i soggetti del pubblico che si trovano nelle stesse condizioni, ma funziona soltanto qualora si usi un software compatibile e adeguato; - gli utenti possono collegarsi soltanto con altri utenti Internet e non con i punti terminali della rete pubblica commutata; - Le tecniche usate oggi per la telefonia vocale su Internet non possono essere ritenute atte alla fornitura di un servizio in tempo reale. Il progetto di posizione fa notare che si tratta di valutazioni riferite alla sola situazione attuale e che occorre tenere sotto controllo le evoluzioni della tecnologia e del mercato in vista di una futura revisione di tale valutazione. Il progetto di posizione illustra le conseguenze per le prescrizioni della direttiva, in particolare per quanto riguarda la concessione di licenze, il contributo dei fornitori di servizi Internet al servizio universale e la posizione normativa. Solo qualora la telefonia vocale su Internet raggiungesse un livello di penetrazione sul mercato sufficiente e la tecnologia usata permettesse agli utenti di collegarsi in tempo reale con qualsiasi numero telefonico i fornitori di telefonia vocale potrebbero essere trattati in modo identico ai fornitori convenzionali di telefonia vocale. La Commissione invita a commentare il progetto di posizione entro il 6 luglio 1997.

Articoli correlati

Politiche e direttive