Skip to main content

Article Category

Story

Article available in the folowing languages:

Articoli di approfondimento - L'apprendimento permanente su misura

L'apprendimento permanente potenziato dalla tecnologia, che automaticamente si adatta alle esigenze del discente, è ora più vicino grazie all'impegno di ricercatori finanziati dall'UE che hanno sviluppato una piattaforma di apprendimento adattiva in grado di seguirti attraverso la scuola, l'università, la carriera e anche quando impari un nuovo hobby. Il settore dell'e-learning, che è in rapida crescita e vale svariati miliardi di euro, riceverà una nuova spinta per raggiungere il prossimo livello.

Economia digitale

Il progetto GRAPPLE ("Generic responsive adaptive personalised learning environment") ha creato un sistema che si concentra esclusivamente sul sostegno all'apprendimento, al fine di agevolare le persone nell'acquisire nuove conoscenze e competenze. GRAPPLE ottimizza anche il tempo degli studenti personalizzando i corsi secondo i loro punti di forza e debolezza. Questo tipo di sistema presenta enormi vantaggi e ha il potenziale per migliorare notevolmente l'apprendimento in un prossimo futuro. Immaginate un corso che è davvero adattato al singolo individuo, saltando il materiale già acquisito, e che offre corsi di recupero nelle aree in cui lo studente è più debole. Il corso potrebbe evidenziare e definire la terminologia per uno studente, ma non per un altro, a seconda che essi abbiano già familiarità con l'argomento. Strumenti avanzati per l'apprendimento permanente adattivo potrebbero un giorno raccomandare corsi che si collegano con l'esperienza precedente di uno studente, qualificandolo per un diploma o una laurea riconosciuti. In questo modo, gli studenti potrebbero sfruttare la loro esperienza al meglio. La frase chiave è l'apprendimento, dove gli studenti orientano la propria formazione in base ai loro interessi e priorità, piuttosto che approcci incentrati sull'insegnante in cui gli studenti vengono guidati attraverso un corso lineare, indipendentemente dai loro bisogni o desideri. Per questo motivo, il settore dell'e-learning tende a descrivere gli utenti come discenti o partecipanti attivi che studiano in ogni fase della loro vita, e non come studenti di per sé. Questo è un nuovo inizio per i sistemi di gestione dell'apprendimento (Learning management systems, LMS). "Attualmente, tra le cose che un sistema LMS fa tecnicamente ci sono i compiti, le prove, la classificazione e l'accesso a risorse come il materiale didattico, le diapositive e altre informazioni, offrendo semplicemente queste risorse allo studente in forma di file. In realtà non offre alcuna indicazione su come effettivamente studiare il materiale", spiega il professor Paul De Bra, coordinatore del progetto GRAPPLE del dipartimento di matematica e scienze informatiche presso la Technische Universiteit Eindhoven nei Paesi Bassi. Il progetto ha ricevuto quasi 4 milioni di euro dall'UE, del suo bilancio totale di 5,3 milioni di euro. "Le piattaforme LMS sono perfette per la gestione del processo di apprendimento e per gestire l'amministrazione; finora le piattaforme LMS non hanno sviluppato alcuno strumento per agevolare l'apprendimento effettivo, per rendere l'apprendimento più facile e più produttivo per gli studenti. esse sostengono il processo, ma non l'apprendimento," continua. "Ecco dove entra in gioco GRAPPLE, perché abbiamo creato un ambiente in cui è possibile scegliere il testo di un corso adattivo, che si sfoglia pagina per pagina, e che offre un menu di scelte. Può offrire suggerimenti basati sulla vostra esperienza precedente, può raccomandare nuovi argomenti o suggerire di evitare altri argomenti, e tiene traccia del vostro apprendimento." Il professor De Bra dice che la piattaforma funziona come un ambiente di apprendimento adattivo incorporato nell'ambito delle piattaforme LMS esistenti. È stato progettato per essere facilmente spostabile da una piattaforma all'altra, e il codice per GRAPPLE è open source, che consente ai vendor di LMS di adattarlo alle proprie necessità. Ci sono molti modi per completare un corso GRAPPLE. Il sistema offre assistenza e ci sono molti link che gli studenti possono seguire su propria iniziativa. "È davvero complementare alle offerte di un LMS," sottolinea il prof. De Bra. Apprendimento alimentato dalla curiosità Il sistema GRAPPLE fa leva sull'iniziativa e la curiosità del discente per migliorare l'esperienza didattica. Lo studio è molto più coinvolgente quando lo studente può seguire i propri interessi. Forse l'obiettivo più ambizioso di GRAPPLE è un sistema che segue gli studenti lungo tutta la loro vita: a scuola, al lavoro e nei loro hobby e passatempi. E che tiene traccia delle competenze e conoscenze acquisite. Se un utente ottiene un risultato di, ad esempio, 70 o 80% su un argomento, in seguito non saranno suggeriti corsi che richiedono quelle competenze, se invece lo studente ha totalizzato il 50% o inferiore, magari in futuro verrà raccomandato materiale didattico supplementare. I ricercatori finanziati dall'UE hanno progettato una piattaforma integrativa per permettere tutte queste funzioni. Un "event bus" coordina tutte le attivitàback-end della piattaforma, fatta eccezione per lo strumento sign-on unico che viene gestito da un potente sistema globale riconosciuto, chiamato Shibboleth. Lo strumento GAT ("GRAPPLE authoring tool") consente agli autori dell'e-learning di creare contenuti e corsi adattivi. Il GALE ("GRAPPLE adaptive learning environment") fornisce il quadro per lo svolgimento dei corsi, mentre il GUMF ("GRAPPLE user model framework") aggiorna tutte le informazioni disponibili relative al discente. L'architettura del sistema è particolarmente elegante perché separa le funzioni logiche della gestione dell'apprendimendo, trasmissione di contenuti, creazione di contenuti, identità dell'utente e modellazione degli utenti. Pertanto, si presta all'adozione di elementi specifici in modo modulare. Per esempio, il prof. De Bra ipotizza che le versioni future della tecnologia GRAPPLE potrebbero sostituire Shibboleth con l'adozione dello standard OpenID, che viene utilizzato nelle reti sociali. Molti studenti hanno già un OpenID. L'architettura GRAPPLE permette anche di compiere ulteriori lavori sui singoli elementi senza dover reinventare l'intero sistema. Il prof. De Bra cita GAT come esempio. Dice che GAT semplifica la redazione, ma non è poi così facile come potrebbe sembrare. "Gli autori hanno difficoltà a passare dalla consegna di un percorso lineare, dove si insegna allo studente, all'apprendimento adattivo, in cui gli utenti utilizzano l'auto-studio", fa notare. "Il grande problema è stabilire le regole di adattamento; in quali circostanze e in che modo viene adattato il materiale?" Si tratta di una strozzatura nel processo, che se sarà individuata permetterà un enorme progresso, e il prof. De Bra dice che si lavorerà ulteriormente alla creazione di regole di adattamento in altri contesti. Raggiungere gli obiettivi GRAPPLE ha raggiunto i suoi obiettivi e il suo lavoro ha ottenuto giudizi positivi. La piattaforma è stata testata in una varietà di ambienti, sia complessivamente che nelle sue componenti individuali. Al Trinity College di Dublino sono state utilizzate conversazioni adattive simulate come parte di un corso di psicoterapia, corrispondenti alle risposte dello studente. In Germania è stata usata dal partner di progetto Information Multimedia Communication (IMC) per insegnare le competenze di colloquio di lavoro e le capacità di autogestione per gli impiegati d'ufficio. A Eindhoven, nei Paesi Bassi, è stato usato per conoscere meglio gli ipermedia e anche GRAPPLE stessa. Inoltre, tutti i partner GRAPPLE hanno usato diversi argomenti per gli esperimenti. In tutti i casi, gli studenti, appartenenti a diversi Paesi e contesti linguistici, sono stati molto entusiasti della piattaforma e lo svolgimento dei corsi. È un inizio molto promettente, ma comunque solo un inizio, e ora il lavoro continuerà sia all'interno di singole aziende e imprese partner che nei progetti di follow-up. Le idee di GRAPPLE, e l'uso di alcuni componenti, sono state riprese in nuovi progetti di ricerca dell'UE, ad esempio nel ImREAL ("Immersive reflective experience-based adaptive learning"), un progetto collaborativo finanziato dall'UE con 3,22 milioni di euro. La piattaforma GRAPPLE non poteva arrivare in un momento migliore per l'Europa. L'apprendimento elettronico è un business enorme del valore di 40 miliardi di euro in tutto il mondo nel 2010. Il mercato cresce rapidamente intorno al 20% l'anno, secondo i dati forniti dal Global Industry Analysts. L'Europa insegue gli Stati Uniti, ma creando tecnologie come la piattaforma GRAPPLE, il vecchio continente sarà presto in grado di insegnare alcuni trucchi al nuovo mondo. Il progetto GRAPPLE ha ricevuto finanziamenti di ricerca attraverso il sottoprogramma delle TIC "Biblioteche digitali e apprendimento potenziato dalla tecnologia" del Settimo programma quadro dell'UE. Link utili: - Sito web del progetto "Generic responsive adaptive personalised learning environment" - Record dei dati del progetto GRAPPLE su CORDIS - Sito web del progetto "Immersive reflective experience-based adaptive learning" - Record dei dati del progetto ImREAL su CORDIS Articoli correlati: - Ricercatori finanziati dall'UE puntano i riflettori sul benessere dei bambini - Re-learning how to help professionals share their practice - Digital teaching aids make maths fun