Skip to main content
European Commission logo print header

BIOSEC: Security and Privacy in Life Sciences Data

Article Category

Article available in the following languages:

Mettere i dati medici a disposizione di tutti garantendone la riservatezza

È in corsa una ricerca su come migliorare la condivisione delle informazioni sanitarie personali pur assicurando la riservatezza del paziente. Questo è importante perché gli attuali progressi della medicina esigono che i ricercatori condividano i loro dati liberamente.

Salute icon Salute

L'enorme crescita della dimensione, varietà e complessità delle banche dati associate alle scienze della vita ha evidenziato le sfide dell'analisi dei dati nell'era dell'informazione. L'abbondanza di dati è in continua crescita a un ritmo esponenziale. I contenuti variano dai dati genetici per vari organismi, a informazioni sulle immagini cerebrali dei pazienti. Tali risorse si trovano in tutto il World Wide Web in formati e livelli di qualità molto diversi. Molte delle informazioni gestite a ogni livello del processo di ricerca sono private. Ciò va ad aggiungersi alle sfide già presentate da questa abbondanza, in quanto l'accesso è reso più difficile e spesso ostacola la collaborazione nella ricerca. È necessaria una nuova metodologia per proteggere le risorse di dati e rendendo le loro informazioni più ampiamente disponibili. Questo è l'obiettivo principale del progetto Biosec ("Biosec: Security and privacy in life sciences data), che fa parte dell'azione Marie Curie "Borse di studio internazionali per ricercatori che si recano all'estero (IOF)". La ricerca nelle scienze della vita di solito richiede la combinazione di varie fonti di dati per trovare i modelli, somiglianze e situazioni inusuali. Richiede inoltre l'elaborazione con strumenti distribuiti su potenti piattaforme. La condivisione dei dati tra le istituzioni e i ricercatori è quindi essenziale per il progresso nelle scienze della vita. Tuttavia, questo pone molti problemi per la sicurezza e la privacy. Il metodo principale per salvaguardare la riservatezza è quello di rendere i dati anonimi, ma ciò comporta la rimozione di alcune informazioni. Il progetto si impegna per garantire la fornitura di dati con il massimo livello di riservatezza e una perdita minima di informazioni. Il progetto si proponeva di introdurre nuove tecniche o adattare quelle esistenti per affrontare le preoccupazioni sollevate. Avrebbe anche applicato queste tecniche in applicazioni reali. Finora è stato compiuto un riesame delle tecniche più attuali per garantire la sicurezza e la privacy nei database. È stata anche svolta un'approfondita analisi dei cicli di dati in alcune applicazioni comuni. Combinando questi risultati, il progetto ha prodotto una relazione tecnica sulle preoccupazioni relative alla gestione e diffusione dei dati. A completamento del progetto saranno forniti metodi e linee guida per garantire la riservatezza e sicurezza delle banche dati delle scienze della vita.

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione