Skip to main content

GOAL Based Damage Stability

Article Category

Article available in the folowing languages:

Aumentare la sicurezza delle navi grazie a una migliore progettazione

Ricercatori finanziati dall'UE hanno migliorato le norme sulla stabilità in caso di danno basata sulla probabilità per navi da carico secco e passeggeri, come delineato nella Convenzione internazionale 2009 per la salvaguardia della vita umana in mare. Il lavoro del progetto si è concentrato sui miglioramenti della formulazione dei calcoli della probabilità di sopravvivenza di navi RoPax e di enormi navi da crociera.

Tecnologie industriali

Supportato dal finanziamento dell'UE, il progetto GOALDS ("Goal based damage stability") ha stabilito un numero di obbiettivi mirati a migliorare l'attuale approccio alla sicurezza per le navi passeggeri, in particolare per le enormi navi da crociera. L'innovazione e la veloce produzione nel settore della costruzione navale stanno creando delle sfide senza precedenti che richiedono un nuovo paradigma: ovvero uno che tratti la sicurezza come un obbiettivo della progettazione. L'approccio prescrittivo per cui le navi si considerano sicure in base alla loro conformità a regole e limitazioni viene scartato; esso non garantisce un livello minimo affidabile della sopravvivenza necessaria, e per questo, è qui che si devono introdurre dei cambiamenti. Un obbiettivo chiave di GOALDS era quello di sviluppare una formulazione integrata per valutare la sopravvivenza di navi passeggeri in presenza di danni. A questo scopo, i partner del progetto hanno sviluppato una banca dati degli incidenti, ampliando le informazioni attualmente disponibili per le analisi su altre banche dati. Le analisi statistiche sui dati raccolti hanno permesso ai membri del team di evidenziare i difetti delle formulazioni esistenti e di svilupparne di nuove. Il team di GOALDS ha esaminato, per la prima volta, il meccanismo dell'allagamento e della successiva perdita della nave derivanti da danni al fondo. Una delle loro conclusioni è stata che i danni al fondo non dovrebbero costituire una minaccia significativa alla sopravvivenza di una nave passeggeri ben progettata e gestita correttamente, in acque calme e con onde. Inoltre, essi hanno fatto progredire un nuovo software per i calcoli della stabilità in caso di danni basato sul loro sviluppo di un nuovo fattore di sopravvivenza. La nuova formulazione è stata programmata e testata da alcuni utenti finali, con tutti i parametri e i criteri scrupolosamente discussi tra i membri del consorzio. Questo è stato fatto nella prospettiva di giungere a definizioni precise dell'uso pratico della formulazione. Altri sforzi del progetto hanno prodotto un progresso nella creazione di un requisito di stabilità in caso di danni basato sul rischio e di innovativi concetti di progettazione navale basati su questo requisito. I risultati del progetto sono stati valutati per la presentazione di relazioni pertinenti all'Organizzazione marittima internazionale (IMO). Gli sviluppi e il progresso ottenuti durante il progetto GOALDS offrono una base per migliorare le attuali norme sulla stabilità in caso di danni, e dovrebbero portare a un aumentato livello di sicurezza per le navi passeggeri. I risultati di simili progetti finanziati dall'UE contribuiscono alla sicurezza dei passeggeri e aumentano la visibilità e l'importanza dell'UE negli enti normativi marittimi internazionali come l'IMO.

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione