Skip to main content

Innovative Icebreaking Concepts for Winter Navigation

Article Category

Article available in the folowing languages:

Garantire la navigabilità del mar Baltico

Per garantire la navigabilità del mar Baltico anche quando è completamente ricoperto di ghiacci è spesso necessario ricorrere all'azione continua dei rompighiaccio. Un'analisi condotta da ricercatori finanziati dall'UE ha identificato importanti interventi che potrebbero migliorare in modo significativo il livello di servizio e ridurre persino la quantità dei ghiacci.

Tecnologie industriali

Le grandi navi mercantili che solcano il mar Baltico durante gli inverni più duri devono affrontare grandi difficoltà quando l'intero bacino si copre di ghiacci. Spesso, le imbarcazioni più grandi devono ricorrere all'uso di due rompighiaccio contemporaneamente per riuscire ad aprire un passaggio sufficientemente largo e questo crea lunghe code di navi che attendono l'assistenza necessaria per potersi muovere. Di fronte al traffico in continuo aumento, i paesi del mar Baltico settentrionale si trovano quindi in una situazione di crescente svantaggio competitivo. Il progetto ICEWIN ("Innovative icebreaking concepts for winter navigation"), finanziato dall'UE, ha studiato i modi per aumentare l'efficacia dell'assistenza fornita dai rompighiaccio attraverso il golfo di Finlandia, soprattutto in relazione alle petroliere. L'analisi si è concentrata sull'implementazione delle soluzioni tecniche disponibili e sullo sviluppo di accordi di cooperazione innovativi. Uno strumento di simulazione sviluppato per il progetto ha permesso di prendere in considerazione fattori quali l'aumento del traffico, il numero e le condizioni delle imbarcazioni, le condizioni atmosferiche e le situazioni che si verrebbero a creare grazie ai nuovi accordi. Dai risultati, è emerso che l'attuale capacità rompighiaccio disponibile nel golfo di Finlandia non viene utilizzata in modo efficiente e che la flotta commerciale esistente potrebbe svolgere un ruolo importante nell'apertura di importanti vie d'acqua. Da questo punto di vista, la cooperazione tra Estonia, Finlandia e Russia potrebbe avere conseguenze importanti. Nuove forme di accordo tra paesi e flotte potrebbero infatti migliorare notevolmente il livello di servizio, senza bisogno di aumentare il numero di imbarcazioni. ICEWIN ha proposto sei nuovi tipi di accordo che determinerebbero importanti conseguenze sulle operazioni di rottura dei ghiacci. Le rotte giornaliere percorse dai traghetti, ad esempio, potrebbero essere tenute aperte semplicemente aumentando il traffico, con qualche forma di compensazione. In questo modo si impedirebbe il congelamento senza richiedere l'azione dei rompighiaccio. La programmazione dei percorsi delle navi, inoltre, potrebbe essere coordinata, in modo che le navi più robuste siano seguite immediatamente da quelle più leggere. L'adozione di questi principi implicherebbe la modifica di alcune leggi e regolamenti esistenti. Come dimostra il progetto ICEWIN, il coordinamento tra paesi è destinato a svolgere un ruolo fondamentale nell'organizzazione del traffico che attraversa il golfo di Finlandia durante gli inverni più rigidi. I vantaggi reciproci sono significativi e garantiscono la prosperità economica dei paesi che si affacciano sul mar Baltico settentrionale, oltre che l'efficienza nella distribuzione del petrolio e nella produzione dei relativi manufatti.

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione