Skip to main content

Just and durable peace by piece

Article Category

Article available in the folowing languages:

Una pace più equa all'orizzonte

Per garantire una stabilità a lungo termine, è importante che il concetto di pace sia accompagnato con quello di giustizia. Un nuovo studio esplora le dinamiche di questi aspetti in due delle regioni più a rischio di instabilità politica nel mondo, ovvero

Cambiamento climatico e Ambiente

il Medio Oriente e i Balcani occidentali, in cui regna da molto tempo una visione troppo elusiva di una pace giusta e duratura. Il progetto JAD-PBP ("Just and durable peace by piece"), finanziato dall'UE, ha tentato di collegare i concetti di pace e giustizia al fine di definire un modello di pace prolungata all'interno di società dilaniate dalla guerra. Per raggiungere tale scopo, il progetto ha lavorato al potenziamento delle teorie e delle metodologie per instaurare la pace. Ha analizzato le responsabilità legali e democratiche in tale ambito, delineando le norme internazionali esistenti in materia di ricorso alla forza a fini umanitari da parte degli stati. È stata anche compiuta una valutazione della responsabilità legale e democratica degli stati e delle organizzazioni internazionali nei processi di creazione della pace post-bellica, nonché una ridefinizione del concetto di "jus post bellum" (giustizia postbellica). Il progetto ha sviluppato un quadro analitico e metodologico per la valutazione e il confronto delle strategie di instaurazione della pace dell'UE. Nel complesso, JAD-PBP ha migliorato i modi per studiare la pace duratura, concentrando l'attenzione sul fatto che la pace giusta è qualitativamente diversa dalla nozione di pace positiva, in quanto non basata su dichiarazioni universali. Il progetto ha integrato idee incentrate su dinamiche internazionali e locali, e di disposizioni in materia di riconciliazione e di amnistia nell'ambito di accordi di pace. Un altro risultato importante del progetto riguardava l'identificazione delle migliori prassi, meccanismi e strategie tesi a una promozione della pace conforme ai requisiti in termini di responsabilità e di tutela dei diritti umani. Relativamente a tale aspetto, JAD-PBD ha analizzato le modalità di integrazione dei concetti di smobilitazione, smilitarizzazione e reintegrazione (DDR) e delle riforme nell'ambito del settore della sicurezza (SSR) nell'ambito dei negoziati di pace. Questo approccio innovativo, finalizzato al raggiungimento della pace attraverso la giustizia, potrebbe potenzialmente condurre a una nuova comprensione del Medio Oriente e dei Balcani occidentali, dando speranza e la promessa di un'esistenza migliore per tutti.

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione