Skip to main content

Article Category

Article available in the folowing languages:

Rilevamento mobile e tecnologia di sensori per confini europei più sicuri

Un’iniziativa dell’UE ha sviluppato una tecnologia di sensori e un dispositivo di rilevamento mobile per completare il ruolo svolto dai cani come parte del processo di rilevamento, presso aeroporti e valichi di frontiera.

Economia digitale
Società
Sicurezza

Il progetto HANDHOLD (Handhold – Handheld olfactory detector), finanziato dall’UE, si è proposto di fornire una soluzione unica in grado di integrare diverse tecnologie per il rilevamento di persone nascoste e sostanze illegali. Questa mossa ottimizzerà l’attuale utilizzo di diversi dispositivi scollegati. I partner del progetto hanno sviluppato una piattaforma che può essere dotata di sistemi di sensori a basso consumo per sostanze chimiche, biologiche, radioattive, nucleari ed esplosive (CBRNE). Diversi aspetti della piattaforma possono essere utilizzati e collegati tramite una rete WiFi. Questo mezzo portatile di rilevazione, efficiente in termini di costi, assiste gli agenti di frontiera e l’applicazione della legge civile, inoltre si aggiunge alle funzioni già svolte dai cani delle forze dell’ordine. Se necessario, i cani possono essere portati sul luogo in una fase successiva, per individuare una sostanza specifica. La soluzione incorpora innovativi meccanismi di flusso dell’aria per assicurare che quantità adatte di molecole bersaglio vengano distribuite su un massimo di quattro sensori contemporaneamente. Inoltre, avanzati metodi di ingegneria software consentono l’analisi simultanea di vari ambiti di rilevamento, seguiti da resoconto in tempo reale per gli utenti finali. Il team del progetto HANDHOLD ha sviluppato quattro sensori allo stato dell’arte per il rilevamento di CBRNE. Un avanzato strumento di mappatura geografica e pianificazione rende le funzionalità della piattaforma HANDHOLD a disposizione dei comandanti di missione. Il sistema soddisfa in particolare le esigenze inerenti agli agenti di dogana e delle forze dell’ordine civile. Può essere integrato perfettamente con i sensori commerciali esistenti, e copre una vasta gamma di bersagli CBRNE, consentendo il funzionamento di diversi sensori in contemporanea. I risultati del progetto offriranno un contributo significativo ai sistemi di rilevazione e sorveglianza. Con una maggiore necessità di rilevazione CBRNE presso le frontiere dell’UE, il sistema rappresenta un ulteriore passo per garantire un’Europa più sicura.

Parole chiave

Rilevamento mobile, tecnologia di sensori, confini, HANDHOLD, rilevatore olfattivo, CBRNE

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione