Skip to main content

Article Category

Article available in the folowing languages:

Le formiche tropicali rivelano i loro segreti

Gli scienziati finanziati dall'UE hanno cercato risposte a domande importanti relative all'evoluzione delle comunità di insetti. Hanno esaminato l'influenza di fattori ambientali, evolutivi e geologici sulla diversità e sulla distribuzione delle formiche nelle foreste pluviali tropicali dei bassipiani.

Cambiamento climatico e Ambiente

Il progetto ANT BIODIVERSITY ("Ecology and evolution of ant communities in tropical ecosystems") si è basato su un esclusivo set di dati di 11 000 campioni raccolti dai siti in Nuova Guinea e Austrialia settentrionale. I ricercatori hanno esaminato i dati della distribuzione delle specie combinati alle relazioni della popolazione e filogenetiche in un'ampia area della regione del Pacifico meridionale. I risultati hanno indicato che la diversità delle specie delle formiche in Melanesia e nel Sud Pacifico è superiore alle aspettative. Molte specie tradizionalmente considerate diffuse potrebbero effettivamente essere rappresentate da specie strettamente legate la cui relazione l'una verso l'altra non può essere facilmente stabilita. ANT BIODIVERSITY ha effettuato studi sull'ecologia e sull'evoluzione delle formiche tropicali ai livelli della popolazione, della comunità, della specie e della popolazione. A livello di comunità, i tre agenti principali della diversità delle formiche sono stati identificati e associati a diversi gradi di disturbo dell'habitat. Uno studio complementare ha indicato che le formiche alla ricerca di cibo potrebbero essere eliminate definitivamente e in modo selettivo in una foresta tropicale. Gli scienziati hanno inoltre dimostrato che le comunità delle formiche delle foreste a basse altitudini sono principalmente strutturate in base alla competizione tra le specie. Tuttavia, a elevate altitudini, sono fortemente influenzate dalle basse temperature. A livello della specie, i ricercatori hanno sfruttato set di dati regionali per studiare la ricchezza delle specie esotiche, la ricchezza delle specie native e gli impatti umani nelle isole del Pacifico tropicale. Ricostruendo lo sviluppo evolutivo del gruppo di formiche Camponotus maculates, gli scienziati sono stati in grado di ricostruire il modo in cui diversi lignaggi di formiche hanno colonizzato la Melanesia e il Sud Pacifico. Una combinazione di sequenze di DNA e marcatori di polimorfismo a singolo nucleotide e a intero genoma è stata usata per ricostruire la storia evolutiva della diffusa formica tessitrice Oecophylla smaragdina. Questo studio a livello di popolazione ha suggerito che le formiche disperse dall'Asia continentale nelle isole di Sundaland, attraverso Sulawesi alla Nuova Guinea e all'Australia. Le popolazioni dell'Australasia e orientali delle formiche tessitrici hanno mostrato differenze genetiche. In Nuova Guinea, vi è stata anche una chiara differenziazione tra le popolazioni dell'entroterra e costiere. Ciò ha suggerito due colonizzazioni indipendenti dell'Australia e l'efficace dispersione lungo la costa della Nuova Guinea. La conoscenza generata attraverso il progetto ANT BIODIVERSITY contribuirà all'efficace conservazione delle foreste pluviali tropicali e degli ecosistemi della savana.

Parole chiave

Formiche tropicali, evoluzione, comunità di insetti, foreste pluviali tropicali, ecosistemi tropicali, distribuzione delle specie, disturbo dell'habitat, ricchezza delle specie, impatti umani, formica tessitrice, ecosistemi della savana

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione