Skip to main content

Supporting fundamentAl rights, PrIvacy and Ethics in surveillaNce Technologies

Article Category

Article available in the folowing languages:

La situazione della sorveglianza

Un gruppo UE ha favorito la creazione di politiche in Europa con una visione d’insieme dell’attuale stato della sorveglianza. I consigli hanno incluso la pubblicizzazione delle attuali misure in uso e la valutazione del loro impatto, oltre a un avviso di non contare sull’accettazione del pubblico.

Economia digitale

La sorveglianza elettronica oggi è diffusa e comunemente accettata; tuttavia, molti sentono che la situazione si è spinta troppo in là. I sistemi di sorveglianza sono diventati sistemi di informazione in rete, minacciando le libertà civili e la privacy. I legislatori europei hanno riconosciuto la situazione con il Programma di Stoccolma, allo scopo di riportare l’equilibrio e aggiungere uno strato di supervisione etica. Il progetto SAPIENT (Supporting fundamental rights, privacy and ethics in surveillance technologies), finanziato dall’UE, ha supportato i legislatori, specificando le condizioni d’uso e la verifica della sorveglianza intelligente. Il consorzio a sette membri si è inoltre impegnato a offrire informazioni sullo stato attuale degli studi sulla sorveglianza, sulle tecnologie emergenti e sull’adeguatezza del quadro legale esistente. Un ulteriore obiettivo è stato quello di valutare la trattazione generale e stabilire il livello di accettazione pubblica della sorveglianza. La partnership ha avuto lo scopo di creare una metodologia per l’equilibratura e la verifica della privacy dei dati. La trattazione ha avuto luogo tra febbraio 2011 e luglio 2014. Innanzitutto, lo studio ha sviluppato scenari di sorveglianza per discutere con le parti interessate, allo scopo di verificare le visioni delle parti interessate all’argomento. Il gruppo ha adattato un quadro di valutazione da usare in termini di sorveglianza intelligente, portando a un nuovo quadro usato di conseguenza su tre progetti di sorveglianza. Il team ha riassunto le lezioni apprese, usandole per perfezionare la metodologia e i consigli del progetto. I risultati principali sono i seguenti. L’attuale immagine dell’equilibrio tra sicurezza e sorveglianza non riflette in modo adeguato le sfide delle politiche coinvolte nello sviluppo delle metodologie appropriate. SAPIENT ha raccomandato che le attuali misure usate nella sorveglianza dei dati siano poste davanti alle discussioni pubbliche. Il pubblico sta accettando sempre di più i sistemi di sorveglianza complessi e diffusi, il che dà potere agli utenti. Eppure, la reazione al caso Snowden ha indicato che la risposta del pubblico non può essere data per scontata in nessun caso. La crescente capacità delle tecnologie di sorveglianza forza sempre di più il concetto di dati personali. Il progetto ha consigliato una valutazione completa dell’impatto di tutte le tecnologie, da un punto di vista dei diritti e dell’impatto economico. Infine, il consorzio ha sviluppato una metodologia importante, testata su quattro casi studio e quindi aggiornata. SAPIENT ha spiegato l’attuale stato delle tecnologie di sorveglianza e l’accettazione pubblica conseguente. La metodologia risultante potrebbe aiutare a equilibrare le preoccupazioni e i bisogni del pubblico.

Parole chiave

Sorveglianza, accettazione dal pubblico, sistemi di informazione delle reti, diritti fondamentali. preoccupazioni sulla privacy

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione