Skip to main content

Female Empowerment in Science and Technology Academia

Article Category

Article available in the folowing languages:

Sostenere le carriere delle donne nel settore di scienza e tecnologia

A dispetto dell’aumento del numero di donne che, negli ultimi anni, ricoprono posizioni in ambiti scientifici e tecnologici, continua a persistere una carenza generale di ricercatrici in seno ai ranghi più elevati. Un progetto finanziato dall’UE mirava a promuovere un cambiamento nel clima di discriminazione che caratterizza le occupazioni scientifiche attraverso la presentazione di un quadro in grado di aiutare le istituzioni a ripensare le proprie pratiche e a gestire in modo adeguato gli squilibri di genere.

Cambiamento climatico e Ambiente

Nel tentativo di migliorare l’ambiente di lavoro delle ricercatrici nelle prime fasi della carriera, il progetto FESTA (Female empowerment in science and technology academia) ha riunito un gruppo di scienziati provenienti da varie discipline accademiche. Una serie di istituzioni partner ha lavorato su temi centrali che in passato sono stati affrontati solo in rari casi. L’iniziativa ha analizzato vari argomenti, tra cui supervisione di dottorato, incontro tra culture, processi decisionali e percezioni dell’eccellenza nei processi di assunzione e nell’ambiente di lavoro, nonché misure di resistenza alla parità. Il progetto FESTA mirava a introdurre cambiamenti nella vita di tutti i giorni delle ricercatrici, attraverso la creazione di un ambiente organizzativo adeguato in grado di valorizzare e di promuovere le competenze. A tal fine, sono stati creati kit di strumenti ed elaborati orientamenti rivolti alle organizzazioni di ricerca che avvertono il bisogno di gestire i problemi correlati agli squilibri di genere, sebbene non abbiano alcuna certezza relativamente alle modalità di risoluzione. Per la progettazione dei kit di strumenti transeuropei, è stata condotta una serie di interviste presso tutte le istituzioni partner per comprendere i problemi in un contesto locale, identificare azioni mirate e fornire materiale utile e contestualizzato su cui poter lavorare. I partner del progetto hanno inoltre provveduto a raccogliere dati statistici correlati al genere nelle singole istituzioni allo scopo di promuovere la sensibilizzazione sulla situazione corrente. Le attività divulgative hanno rappresentato il punto di partenza fondamentale, ma nel contempo finora il più delle volte trascurato, dei cambiamenti strutturali verso il miglioramento della parità di genere, vale a dire il fatto che i problemi relativi alle questioni di genere e scientifiche non sono causati dalle donne, ma piuttosto dal contesto organizzativo. Le istituzioni partecipanti hanno imparato a individuare le azioni corrette da intraprendere di fronte a errori strutturali e a promuovere la trasparenza e la partecipazione attiva delle donne nell’ambito di processi decisionali formali e informali, nonché a potenziare la comunicazione sul luogo di lavoro.

Parole chiave

Statistiche di genere, supervisione di dottorato, carriere scientifiche, incontro tra culture, genere ed eccellenza, cambiamento strutturale, sensibilizzazione

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione