CORDIS
Risultati della ricerca dell’UE

CORDIS

Italiano IT

Coordination and Collaboration between reference collections of plant pests and diseases for EU Plant Health Policy

Informazioni relative al progetto

ID dell’accordo di sovvenzione: 612712

Stato

Progetto concluso

  • Data di avvio

    1 Ottobre 2013

  • Data di completamento

    30 Settembre 2015

Finanziato da:

FP7-KBBE

  • Bilancio complessivo:

    € 603 994,40

  • Contributo UE

    € 499 946

Coordinato da:

STICHTING WAGENINGEN RESEARCH

Italiano IT

Le piante dell’UE protette dai patogeni importati

Le preziose piante dell’Europa potrebbero essere protette meglio dalle malattie grazie a un database dei parassiti delle piante che aiuta gli scienziati a identificare organismi nocivi nei materiali vegetali importati.

Cambiamento climatico e Ambiente
© kazakovmaksim, Thinkstock

La globalizzazione e il commercio moderno hanno fatto crescere il volume di materiale vegetale che viene spostato nel mondo. Le piante e i prodotti vegetali importati nei paesi europei possono portare con loro parassiti e patogeni stranieri. Per assicurare che questi non si stabiliscano nei nuovi paesi, le organizzazioni nazionali per la protezione delle piante devono avere un modo affidabile per identificare questi organismi indesiderati. L’iniziativa Q-COLLECT (Coordination and collaboration between reference collections of plant pests and diseases for EU plant health policy), finanziata dall’UE, ha creato un inventario di importanti parassiti e patogeni delle piante tenuti in collezioni di riferimento in tutta Europa. Queste collezioni fitosanitarie sono importanti per gli scienziati perché permettono loro di conoscere meglio gli organismi nocivi per le piante e di rilevare e monitorare i loro movimenti attraverso i confini. Le collezioni fitosanitarie erano sparse tra i laboratori, le università e gli istituti di ricerca europei, per questo motivo Q-COLLECT ha ritenuto necessario coordinare, migliorare e standardizzare le informazioni in esse contenute. Per creare un inventario, i partner del progetto hanno raccolto dati sui tipi di organismi associati alle piante e contenuti nelle collezioni, oltre alle dimensioni e alla qualità di ogni collezione. Questo ha permesso loro di identificare i limiti e di suggerire in che modo le collezioni possono rappresentare meglio la diversità e la distribuzione di importanti patogeni e parassiti delle piante. Q-COLLECT ha sviluppato inoltre linee guida per generare in modo sicuro campioni di riferimento di organismi in quarantena. Questi sono patogeni delle piante potenzialmente nocivi che non sono ancora presenti o sono poco diffusi nell’UE. Poiché importare tali organismi nell’UE è proibito, i campioni di riferimento si possono usare per controllare il materiale vegetale che entra e che esce dall’Europa. Per dare ai ricercatori accesso alle collezioni di riferimento e ai database degli organismi in quarantena, Q-COLLECT ha sviluppato un portale web, il quale mette fisicamente in contatto distinte collezioni fitosanitarie online, permettendo l’accesso a un numero maggiore di specie di riferimento contemporaneamente. La riduzione del rischio che un carico contaminato entri o esca dall’UE contribuirà a proteggere le piante dell’Europa dai parassiti e dai patogeni estranei. Questo inoltre assicurerà la continuazione dei buoni rapporti commerciali dell’UE con gli altri paesi.

Parole chiave

Piante, patogeni importati, parassita delle piante, Q-COLLECT, collezioni di riferimento, organismi in quarantena

Informazioni relative al progetto

ID dell’accordo di sovvenzione: 612712

Stato

Progetto concluso

  • Data di avvio

    1 Ottobre 2013

  • Data di completamento

    30 Settembre 2015

Finanziato da:

FP7-KBBE

  • Bilancio complessivo:

    € 603 994,40

  • Contributo UE

    € 499 946

Coordinato da:

STICHTING WAGENINGEN RESEARCH