Skip to main content

NATural Language Energy for Promoting CONSUMER Sustainable Behaviour

Article Category

Article available in the folowing languages:

Cambiare il comportamento relativo al consumo di energia

Cercare di rendere le abitazioni più sostenibili non è solo una questione tecnologica. Il consorzio NATCONSUMERS ha creato uno strumento per cercare di cambiare il comportamento, usando messaggi fatti su misura che i consumatori possono capire.

Energia

Una percentuale significativa dell’energia che consumiamo continua a essere sprecata attraverso inefficienze degli edifici, del riscaldamento e dell’illuminazione. Secondo i dati della Commissione europea, le abitazioni hanno costituito il 25 % del totale dell’uso dell’energia nel 2014. La maggior parte delle iniziative mirate alla riduzione di queste cifre si sono concentrate su istallazioni tecniche, per esempio, miglioramenti agli edifici e ai sistemi di riscaldamento e raffreddamento. Ma non è tutto qui, dice il coordinatore del progetto NATCONSUMERS, Zoltan Kmetty della società di consulenza energetica ungherese Ariosz. “Questi approcci tendono a ignorare i fattori che influenzano il comportamento dell’utente e spesso non tengono conto dei problemi intrinseci. È questo l’ostacolo più importante per la diffusione dei prodotti di efficienza energetica.” “Le opinioni dei consumatori sono un elemento essenziale per cambiare gli atteggiamenti dei consumatori. Questo significa rendere il loro uso dell’energia più visibile e controllabile dal cliente,” dice Kmetty. Fornire consigli su misura su come migliorare l’efficienza energetica delle abitazioni è chiamato approccio basato sul feedback e molti studi hanno mostrato che è molto più efficace rispetto a fornire semplicemente informazioni. “Crediamo che con un buon approccio feedback si possa raggiungere un risparmio di energia del 10 %,” aggiunge Kmetty. Per fare ciò, il consorzio NATCONSUMERS ha progettato quello che chiamano un “quadro incentrato su di sé.” Questo significa che i consigli sull’efficienza energetica sono personalizzati per ogni abitazione. L’equipe ha creato un modello che divideva i consumatori a seconda delle loro abitudini di uso dell’energia (usando dati di misurazione intelligente) e informazioni socio-demografiche, che indicano il loro uso previsto di energia e i loro atteggiamenti e valori. “Da questo, possiamo identificare gli interessi di ogni padrone di casa – per esempio se sono interessati a risparmiare, a proteggere l’ambiente o a usare nuovi gadget tecnici,” spiega Kmetty. Analizzando dati di cinque paesi, l’equipe ha scoperto di poter creare categorie di abitazioni con diversi modelli di uso dell’energia. Questo ha poi aiutato a determinare il contenuto dei messaggi di consigli che dovrebbero essere indirizzati a diverse abitazioni. Su questo schema il consorzio ha costruito un “Generatore di linguaggio naturale” – un sistema in grado di generare consigli in un formato facile da leggere e colloquiale. “Questo significa comunicare in modo naturale ed emotivamente intelligente, evitando il gergo o il linguaggio tecnico e usando un linguaggio che varia e si evolve a seconda dell’utente – dice Kmetty – e che potrebbe essere costituito da immagini, luce o suoni.” Il consorzio ha concepito sistemi in grado di interagire con le persone attraverso vari canali, ricordando loro di ridurre l’uso dell’energia. Attraverso uno strumento web prova di concetto, i gruppi partecipanti, che comprendono partner tecnologici, organizzazioni dei consumatori, studi di consulenza in materia di energia, politici e la comunità di ricerca, hanno avuto l’opportunità di valutare il meccanismo trovandolo promettente. Kmetty aggiunge, “lo strumento NATCONSUMERS ha la capacità di cambiare il comportamento domestico a lungo termine e di ridurre il consumo energetico. Potrebbe in definitiva contribuire a ridurre le emissioni di carbonio, risolvere la povertà energetica e migliorare il rapporto tra consumatori e aziende di pubblici servizi.

Parole chiave

NATCONSUMERS, risparmio energetico, uso dell’energia, comportamento, feedback del consumatore, linguaggio naturale

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione