Skip to main content

Article Category

Article available in the folowing languages:

Digitalizzare l’industria del legno

Il progetto Neural Grader ha recentemente sviluppato un sofisticato software di intelligenza artificiale e speciali fotocamere in grado di individuare i difetti e di separare il legname industriale a velocità di produzione.

Economia digitale
Alimenti e Risorse naturali

L’industria europea del legno è in netto svantaggio, in termini di costi, rispetto ai mercati asiatici. Ciò è in gran parte dovuto ai maggiori costi del lavoro in Europa, costi che contribuiscono a rendere più caro il legno europeo. Dal momento che ridurre i costi del lavoro è difficile, l’industria europea del legno deve cercare invece nuovi modi per affinare il suo vantaggio competitivo. Uno di questi è attraverso l’uso della digitalizzazione. Per favorire la digitalizzazione dell’industria europea del legno, il progetto Neural Grader, finanziato dall’UE, ha sviluppato una soluzione automatizzata per il trattamento del legname industriale. «Abbiamo visto varie PMI far fatica a utilizzare metodi di digitalizzazione troppo complessi o troppo costosi, così abbiamo deciso di fare qualcosa al riguardo», afferma Benoit Nieuwenhuys, amministratore delegato di Fordaq e coordinatore del progetto Neural Grader. Fordaq è la principale piattaforma commerciale on-line per i professionisti del legno.

Pronto per sconvolgere

La genialità di Neural Grader risiede nel suo utilizzo di fotocamere industriali. Sfruttando il potere dell’intelligenza artificiale (IA), le fotocamere acquisiscono le immagini di ogni tavola e classificano accuratamente la qualità del legno. «Neural Grader è in grado di rilevare i difetti e separare il legname industriale ad alta velocità e con una precisione di gran lunga superiore a quella possibile con qualsiasi altro sistema esistente», afferma Nieuwenhuys. «Inoltre, il prezzo corrisponderà circa a un quarto di quello dei prodotti concorrenti, rendendo il prodotto prontamente accessibile alle PMI». Il sistema calcola anche il metodo ottimale per tagliare le tavole. Con l’invio automatizzato alla tagliatrice di queste istruzioni di taglio ottimizzate, Neural Grader è in grado di ridurre lo spreco di legno di oltre il 20 %. «Gli studi indicano che tale soluzione automatizzata ridurrà notevolmente lo spreco, il che aiuterà l’industria del legno a ridurre la sua impronta di carbonio», spiega Nieuwenhuys. Inoltre, il sistema offre il pieno controllo sulla produzione alle aziende, che dovranno passare meno tempo a gestire le linee di produzione e l’inventario e che avranno più tempo da dedicare alla qualità. Detto in parole semplici, Neural Grader ha tutte le carte in regola per sconvolgere le industrie del legno europee e globali», aggiunge Nieuwenhuys.

Pronto per il mercato

Per verificare la rispondenza alle reali esigenze del mercato di Neural Grader, il gruppo di ricerca ha condotto delle indagini nelle segherie presso le fiere commerciali di tutto il mondo. Inoltre, il gruppo ha visitato strutture e siti di produzione per vedere gli scenari del mondo reale in cui verrà integrato Neural Grader. Il prodotto è attualmente nelle fasi finali della commercializzazione. «Usando le specifiche tecniche raccolte nel corso del progetto, abbiamo realizzato un nuovo piano di sviluppo per un prototipo e regolato di conseguenza i requisiti hardware e software», afferma Nieuwenhuys. «Abbiamo anche avviato la realizzazione di un sistema hardware di raccolta dei dati per lanciare l’apprendimento di nuovi speciali algoritmi IA». Nieuwenhuys afferma che in Fordaq è già pervenuto il considerevole interessamento di un’ampia base di clienti esistenti e che 10 segherie situate in Europa e in Nord America hanno inviato lettere di supporto per il prodotto.

Parole chiave

Neural Grader, intelligenza artificiale, IA, legname industriale, industria del legno, digitalizzazione, Fordaq, PMI

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione