Skip to main content

Article Category

Results Pack

Article available in the folowing languages:

Innovative soluzioni sostenibili per l’esplorazione dei minerali

Una serie di innovative tecnologie di esplorazione per la ricerca di minerali metalliferi sviluppate da iniziative finanziate da Orizzonte 2020 sta aiutando l’economia europea a diventare sostenibile, efficiente dal punto di vista delle risorse e competitiva, affrontando al contempo sfide legate all’ambiente e al clima. Questo Results Pack presenta sei progetti all’avanguardia dell’UE che stanno contribuendo a concretizzare questa transizione.

Cambiamento climatico e Ambiente
Tecnologie industriali
Alimenti e Risorse naturali

L’accesso alle risorse è una delle questioni di sicurezza più strategiche per quanto riguarda la realizzazione del Green Deal europeo. L’obiettivo del Green Deal è quello di rendere l’Europa il primo continente neutro in termini di emissioni di carbonio entro il 2050. Inoltre, entro l’estate del 2020 la Commissione ha in programma di innalzare gli obiettivi di riduzione delle emissioni di gas serra per il 2030 ad almeno il 50 % rispetto ai livelli del 1990, puntando al 55 %. L’utilizzo sostenibile di materie prime, tra cui metalli e minerali industriali, e in particolare di materie prime critiche (CRM, Critical Raw Materials) come le terre rare, è uno dei principali presupposti per rendere possibile questo cambiamento. Ciò è dovuto al loro ruolo di fondamentale importanza nelle catene del valore industriali, soprattutto nei settori dell’energia, della mobilità e della difesa, e nella fabbricazione di tecnologie di energia rinnovabile, veicoli elettrici e telefoni cellulari, tra gli altri prodotti.

Applicazione di nuovi approcci

Nel contesto odierno, caratterizzato da una domanda sempre maggiore di materie prime, la ricerca e l’innovazione dell’UE finanziata nell’ambito di Orizzonte 2020 contribuisce a migliorare l’accesso a metalli e minerali, ottimizzando al contempo il loro consumo e migliorando le condizioni di estrazione in tutta Europa. L’esplorazione dei minerali è un’attività condotta allo scopo di cercare concentrazioni di minerali commercialmente redditizie per finalità estrattive. A tal riguardo, stimare in modo estremamente accurato il volume dei giacimenti è essenziale data la natura ad alta intensità di capitale delle operazioni di estrazione. Tra gli approcci innovativi e sostenibili alla scoperta di metalli e minerali esistenti figurano l’esplorazione e la mappatura autonome delle miniere sommerse e del fondale marino, tecniche volte a fornire le informazioni ad alta risoluzione necessarie per un’individuazione affidabile dei giacimenti di minerali. Un altro metodo consiste nel miglioramento della precisione dei geo-modelli e nella valutazione economica delle riserve minerarie. Inoltre, ridurre gli elevati costi associati alle attività di esplorazione e migliorare la partecipazione della società civile sin dall’inizio delle stesse contribuirà a incrementare la consapevolezza e la fiducia tra le comunità locali e altre parti interessate. Potenziare le più promettenti tecnologie e immetterle sul mercato rafforzerà la competitività delle industrie europee attive in questo settore.

Riflettori puntati sulla ricerca dell’UE

In questo CORDIS Results Pack presentiamo gli innovativi risultati sviluppati dai progetti finanziati da Orizzonte 2020 impegnati nella ricerca di tecnologie volte a fornire un approvvigionamento sostenibile di materie prime. Il progetto HiTech AlkCarb riunisce partner provenienti da Europa e Africa per migliorare in modo significativo i modelli geologici per l’esplorazione di materie prime «hi-tech», come gli elementi delle terre rare associati alle rocce alcaline e alle carbonatiti. ROBUST sviluppa un sistema robotizzato autonomo per l’analisi e l’individuazione di noduli polimetallici a grandi profondità oceaniche. Dal canto suo, UNEXMIN crea un robot altamente sofisticato per l’esplorazione e la mappatura delle miniere sommerse, ricavando dati geologici ed effettuando analisi della chimica dell’acqua e delle proprietà relative alle pareti delle miniere. Poi abbiamo SOLSA, che combina la trivellazione sonica, apparecchiature di analisi e informatica per ottimizzare le prestazioni delle attività di estrazione. Passiamo quindi a INFACT, che progetta tecnologie di esplorazione dei minerali innovative, non invasive e socialmente accettabili al fine di sbloccare il potenziale di siti nuovi ed esistenti non ancora sfruttato. Infine, Smart Exploration sviluppa soluzioni economiche ed ecocompatibili per un’esplorazione dei minerali profonda in aree dismesse (proprietà industriali abbandonate) e vergini (porzioni di terreno ancora non sviluppate e non edificate).

Results Packs correlati