Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Armonizzare i dati clinici per promuovere la ricerca sanitaria su larga scala

Un’iniziativa dell’UE ha compiuto progressi significativi verso lo sviluppo di un ecosistema di ricerca osservazionale per decisioni ed esiti migliori in materia di sanità.

Salute

È possibile migliorare la pratica clinica e gli esiti dei pazienti utilizzando grandi quantità di dati sanitari? Considerando che tali informazioni sono sparse in diversi istituti e paesi, memorizzate in formati differenti e secondo regole diverse, come possono essere analizzati e utilizzati a beneficio dei pazienti? Il progetto EHDEN, finanziato dall’UE, sta affrontando questo problema con l’obiettivo di migliorare la cura dei pazienti e consentire una ricerca medica basata sugli esiti. «EHDEN è stato lanciato per affrontare le attuali sfide nel generare analisi ed evidenze da dati clinici reali su larga scala per supportare pazienti, medici, finanziatori, legislatori, governi e l’industria farmaceutica nella comprensione del benessere, delle malattie, dei trattamenti, degli esiti e dei nuovi dispositivi e terapie», come indicato sul sito web del progetto. Con 22 partner, tra cui il mondo accademico, le PMI, le associazioni di pazienti, le autorità di regolamentazione e le aziende farmaceutiche, EHDEN sta realizzando una rete di dati europea per condurre ricerche rapide, scalabili e altamente riproducibili. «Il nostro obiettivo è quello di standardizzare 100 milioni di cartelle cliniche di pazienti in tutta Europa, provenienti da diverse aree geografiche e diversi tipi di fonti di dati, ad esempio dati ospedalieri, registri e database della popolazione», si afferma sul sito web del progetto.

Tappe del progetto

Un gruppo di PMI formate e certificate sarà responsabile della conversione dei dati di proprietà degli ospedali in un modello di dati comune, nel rispetto delle norme sulla privacy, delle fonti locali e della governance. Come si legge nella relazione di sintesi del progresso annuale del progetto, dalla prima gara aperta per la formazione e la certificazione delle PMI in Europa nell’armonizzazione dei dati sono uscite 11 PMI certificate EHDEN in 9 paesi. In seguito al primo bando pilota per i partner di dati, ne sono stati selezionati 19. «Insieme, questi partner coprono 8 paesi e oltre 170 milioni di cartelle cliniche di pazienti. Le cartelle cliniche selezionate includono un’ampia varietà di dati, tra cui: indennizzi assicurativi e amministrativi, cartelle cliniche elettroniche ambulatoriali, cartelle cliniche elettroniche ospedaliere, sistemi di fatturazione ospedaliera, registri e biobanche». Secondo la stessa relazione, l’architettura è stata realizzata con una prima versione operativa del portale EHDEN. I partner del progetto hanno fatto passi avanti anche nello sviluppo del catalogo del database, degli strumenti di caratterizzazione dei dati e delle dashboard. Inoltre, l’EHDEN Academy, un ambiente di e-learning finalizzato a formare tutte le parti interessate all’uso degli strumenti e dei processi EHDEN, ha supportato il programma di certificazione delle PMI. «Novanta utenti in 11 PMI e i nostri partner EHDEN hanno testato e seguito i 6 corsi attualmente proposti dall’Academy», come indicato nella relazione. I tre principali interlocutori di EHDEN sono le PMI, le fonti di dati e gli enti normativi, di valutazione delle tecnologie sanitarie (HTA, health technology assessment) e finanziatori. «Nel corso del secondo anno, ci rivolgeremo all’industria farmaceutica, ai pazienti e ai loro rappresentanti come prossimi gruppi di interlocutori». Un altro risultato è stato lo sviluppo di protocolli per diversi casi d’uso, come gli studi sull’uso dei farmaci, la ricerca normativa sulla sicurezza dei farmaci e dei dispositivi e le valutazioni delle tecnologie sanitarie. I partner del progetto hanno anche tenuto uno «study-a-thon» che prevedeva un test di sicurezza comparata tra due tipi di dispositivi medici per la chirurgia di sostituzione del ginocchio ai fini della sua sostituzione parziale o totale. Il progetto EHDEN (European Health Data and Evidence Network) proseguirà fino alla fine di aprile 2024. Come riporta il sito web del progetto: «La missione di EHDEN è quella di ridurre i tempi necessari per fornire una risposta nella ricerca sanitaria applicata. Questo obiettivo sarà raggiunto sviluppando l’infrastruttura necessaria in una rete federata su scala europea, la collaborazione sulle metodologie di ricerca e l’istruzione nell’ambito di una collaborazione scientifica aperta». Per maggiori informazioni, consultare: sito web del progetto EHDEN

Paesi

Paesi Bassi

Articoli correlati