Skip to main content

Article Category

Article available in the folowing languages:

Una toolbox per un’efficace governance dei nano rischi

Un team di ricercatori danesi sta costruendo un quadro completo di governance dei rischi per supportare l’assorbimento sicuro da parte del mercato di nanomateriali e nanoprodotti di sintesi.

Economia digitale
Sicurezza

Nonostante una forte spinta allo sviluppo di nanomateriali (NM) e nanoprodotti di sintesi, il loro assorbimento da parte del mercato rimane limitato. Ciò è in gran parte dovuto alle preoccupazioni degli utenti circa i possibili rischi per le persone e per l’ambiente. Sfortunatamente, gli attuali strumenti di valutazione dei rischi non sono adatti per l’uso con i NM e le normative hanno appena iniziato ad adattarsi ai materiali, rendendo estremamente difficile per le parti interessate affrontare adeguatamente questi rischi. Ciò che è necessario è un quadro di governance dei rischi per la valutazione e la gestione dei rischi di NM e di prodotti abilitati ai NM già presenti sul mercato nonché di quelli attualmente in fase di sviluppo. Per rispondere a questa esigenza, il progetto caLIBRAte, finanziato dall’UE, ha lanciato il Nano-Risk Governance Portal, uno sportello unico per la governance dei nano-rischi. «Il nostro obiettivo era quello di individuare e convalidare una suite di strumenti di gestione e valutazione dei rischi nano-specifici da includere nel quadro di governance dei nano-rischi», afferma Keld Alstrup Jensen, professore presso il National Research Centre for the Working Environment (Danimarca) e coordinatore del progetto caLIBRAte.

Valutazione e convalida degli strumenti di valutazione dei rischi

La valutazione e la convalida degli strumenti di valutazione e gestione dei rischi proposte sono state fondamentali nella costruzione del portale di governance dei nano rischi. Secondo Jensen, prima del progetto, nessuno degli strumenti di valutazione dei rischi nano-specifici esistenti era stato accuratamente collaudato o convalidato. «Collaudando e convalidando gli strumenti inclusi nel quadro, possiamo aumentare il livello di fiducia nei risultati della valutazione e gestione dei rischi», afferma. «Questo a sua volta agevolerà una comunicazione e un trasferimento dei rischi più affidabili tra le parti interessate». Per individuare, sviluppare, valutare, convalidare e dimostrare correttamente gli strumenti, i ricercatori hanno utilizzato un esercizio dettagliato che è iniziato mappando e classificando tutti i diversi strumenti disponibili e le esigenze delle parti interessate. A ciò è seguita una valutazione accurata, con ogni strumento classificato in base alla sua capacità di soddisfare le esigenze delle parti interessate. «Questo processo ha consentito un’analisi e un collaudo più esaustivi basati su dati di casi studio di qualità elevata su un sottoinsieme di strumenti. Questo ci ha aiutato a creare un elenco di candidati per una potenziale inclusione nel quadro», spiega Jensen. Il progetto ha inoltre sviluppato nuovi strumenti. Ad esempio, il radar di nano-rischi è uno strumento online che può essere configurato sia per il monitoraggio generale sia per l’identificazione e il monitoraggio mirati dei rischi emergenti. Lo strumento di osservazione della nanosicurezza è una consolidata applicazione di monitoraggio della manutenzione e della cultura di sicurezza sul posto di lavoro. Può essere configurato con un modello nano specifico di rendicontazione e sorveglianza della sicurezza sul posto di lavoro. È stato inoltre sviluppato uno strumento di gestione del progetto per supportare la governance strutturata dei nano-rischi durante l’innovazione. «La convalida finale dei diversi strumenti di valutazione e gestione dei rischi è un risultato importante, fondamentale per la costituzione del quadro di governance dei nano-rischi», afferma Jensen. «Dopotutto, se nessuno strumento potesse essere convalidato e dimostrato, il quadro sarebbe come una nave senza vele».

Uno sportello unico

Grazie ai suoi intensi tentativi di collaudo, il quadro e il portale di governance dei nano-rischi di caLIBRAte sono ora attivi e disponibili per l’uso. Qui, gli utenti possono trovare informazioni sulla nanosicurezza e indicazioni per l’identificazione di NM, la valutazione e la gestione dei rischi, il monitoraggio sul posto di lavoro e il processo decisionale. Il portale include anche casi di studio, dati di misurazione di pericoli ed esposizione e migliori pratiche nello sviluppo di NM. «L’industria e gli utenti hanno ora accesso a uno sportello unico su sito web che offre informazioni qualificate e affidabili su NM e prodotti nano-abilitati, sulla loro sicurezza e sulle percezioni dei rischi», afferma Jensen.

Parole chiave

caLIBRAte, governance dei nano-rischi, nanomateriali di sintesi, nanoprodotti, valutazione dei rischi

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione