Skip to main content

Article Category

Article available in the folowing languages:

Occhiali intelligenti di seconda generazione offrono agli addetti ai lavori un visore a testa alta

Supponiamo che tu abbia bisogno di aiuto con il tuo lavoro. Ora un esperto da remoto potrà vedere quello che vedi tu e offrirti assistenza.

Economia digitale
Tecnologie industriali

Le persone che lavorano lontano dalle convenzionali apparecchiature per ufficio a volte hanno urgentemente bisogno di informazioni. Sebbene i dispositivi mobili possano soddisfare questa esigenza, tali dispositivi richiedono di solito un funzionamento a due mani. Una soluzione sono gli occhiali intelligenti. Questi dispositivi esistono già e funzionano come monitor per computer e telecamere heads-up combinati. Alcune unità sono controllate a voce, consentendo il funzionamento a mani libere, mentre altre sono controllate tramite pulsanti o touchpad. Numerosi modelli si connettono a telefoni cellulari in vari modi, anche tramite Bluetooth. Le prime versioni di occhiali intelligenti erano poco pratiche. Si collegavano a un pacco batteria pesante e ingombrante, ma tuttavia soffrivano ancora di una scarsa durata della batteria.

Problemi risolti

Il progetto IRISTICK, finanziato dall’UE, ha sviluppato un nuovo tipo di occhiali intelligenti che risolve questi e altri problemi. Sulla base del riscontro dei clienti su un dispositivo precedente, il team di IRISTICK ha sviluppato un prodotto sostanzialmente aggiornato. «Volevamo sviluppare occhiali intelligenti che consentissero a chi li indossa di interagire con le proprie applicazioni per smartphone Android tramite un touchpad e comandi vocali», afferma Koen Schauwaert, ingegnere del progetto. «Volevamo anche che la batteria durasse per un turno completo di 8 ore e non generasse calore o radiazioni elettromagnetiche». Il raggiungimento dell’obiettivo delle 8 ore avrebbe richiesto un altro pacco batteria pesante e ingombrante. I primi concetti avevano anche il pacco indossato sulla testa, ma ciò avrebbe messo i trasmettitori vicino al cervello di chi li indossava e avrebbe aumentato il peso. Il team di IRISTICK ha invece deciso di rimuovere tutta la connettività wireless dalle cuffie e di utilizzare un cavo per collegare un’unità tascabile esterna che fornisce energia e riceve tutti i dati. Questa a sua volta si collega allo smartphone dell’utente, che fornisce l’applicazione informatica, l’elaborazione e archiviazione dei dati, oltre alla connettività Internet. La parte relativa agli occhiali del sistema include sensori di movimento, una telecamera centrale che trasmette il punto di vista dell’utente a una parte remota, una telecamera con zoom, un puntatore laser, una sorgente di luce, audio bidirezionale e un visore a testa alta per l’utente. L’unità include un touchpad e controlli audio; pronunciando i nomi dei pulsanti e dei campi di ingresso ad alta voce, l’utente può navigare attraverso l’applicazione. I comandi vocali sono stati testati per funzionare in ambienti industriali rumorosi fino a 90 dBA.

Assistenza di esperti su chiamata

Un potenziale uso per il sistema è quando un lavoratore necessita dell’assistenza di esperti da remoto. «In questo caso, la persona indossa il dispositivo, mentre l’esperto controlla lo zoom e la torcia», spiega Schauwaert. «L’esperto può inviare schermate con annotazioni o un disegno tecnico direttamente sul display degli occhiali. Entrambi i lavoratori possono parlare tra loro per porre domande o dare istruzioni». La possibilità di ottenere assistenza remota in questo modo consente di risparmiare i costi derivanti dal dover inviare un esperto sul campo. In altri casi, un utente potrebbe lavorare da solo utilizzando lo schermo degli occhiali per visualizzare le istruzioni per un flusso di lavoro complesso. Gli addetti al magazzino potrebbero scansionare i codici a barre mediante la telecamera con zoom. I ricercatori sono in fase di prototipazione della prossima generazione del prodotto. Attualmente, la batteria non dura fino a 8 ore, ma in compenso è facile da sostituire e ricaricare. Ulteriori sviluppi potrebbero risolvere questo problema come previsto inizialmente. Il team prevede di rilasciare una nuova versione, in collaborazione con un grande partner industriale, durante l’ultima parte del 2020. Il nuovo sistema offrirà il backup di esperti sul campo e numerose opzioni di lavoro a mani libere.

Parole chiave

IRISTICK, occhiali intelligenti, touchpad, pacco batteria, lavoratore su campo, visore a testa alta, a mani libere, controllo audio

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione