Skip to main content

Article Category

Article available in the folowing languages:

Una rete a livello europeo sblocca il potenziale delle risorse silvicole sostenibili di legname

Il legno, essendo un materiale ecologico e versatile che fornisce anche energia verde, acquisisce sempre più importanza. Tuttavia, il potenziale del legno non viene sfruttato appieno, se si considera l’aumento netto annuo, in crescita, di alberi nelle foreste europee.

Cambiamento climatico e Ambiente
Alimenti e Risorse naturali

Le foreste europee si confrontano attualmente con diverse sfide, tra cui gli effetti dei cambiamenti climatici. I silvicoltori, i proprietari forestali e le autorità pubbliche sono alla ricerca di soluzioni sostenibili. «La sfida consisteva nel sostenere gli attori della catena del valore del legno nel mobilitare, in modo più sostenibile, una maggiore quantità di legno dalle foreste europee, tutelando al contempo il loro innegabile valore ecologico e sociale», spiega Anthony Salingre, coordinatore del progetto ROSEWOOD, finanziato dall’UE.

Una rete di trasferimento delle conoscenze per una mobilitazione sostenibile del legno europeo

I partner del progetto hanno istituito una rete transeuropea per il trasferimento delle migliori pratiche e delle innovazioni nella mobilitazione sostenibile del legno, al cui centro si collocano quattro poli regionali nell’Europa settentrionale, centrale, orientale e meridionale. Essi hanno avviato un dialogo e una collaborazione sulla mobilitazione del legno tra professionisti ed esperti, nonché attori economici e politici. «Sulla base di ciò, l’espressione chiave era il trasferimento di conoscenze tra i poli per consentire uno scambio di migliori pratiche e la creazione di nuovi progetti cooperativi», osserva Salingre. Le connessioni e le sinergie create attraverso la rete eserciteranno un impatto sul settore europeo del legno, daranno inizio a nuovi partenariati e forniranno un impulso per una crescita duratura e nuove opportunità commerciali. Questa rete di poli regionali è stata ristrutturata e ampliata grazie al successivo progetto ROSEWOOD4.0 a cui si sono uniti nuovi paesi, determinando dunque la creazione di un polo aggiuntivo.

Agevolare la diffusione delle migliori pratiche come nuove opportunità commerciali

Assieme alle parti interessate della rete, il team di ROSEWOOD ha selezionato le soluzioni innovative e le migliori pratiche nel campo, nonché sostenuto lo sviluppo di nuovi partenariati e modelli aziendali. Il progetto ha fornito una suite di strumenti e risorse per la mobilitazione sostenibile del legno che può essere ulteriormente impiegata dalla rete. I piani d’azione, basati sulle necessità delle parti interessate all’interno dei poli regionali, mettono in evidenza le migliori pratiche e le innovazioni che potrebbero fungere da strumenti per una mobilitazione del legno florida e sostenibile. Un kit di strumenti agevola i processi di innovazione all’interno delle organizzazioni e mostra come sfruttare meglio le pratiche consolidate e le innovazioni. Alcune raccomandazioni valutano gli strumenti politici attuali per la mobilitazione del legno e forniscono suggerimenti volti a migliorare il quadro politico dell’UE. Viene messo l’accento su istruzione, formazione, strumenti finanziari e misure politiche. I membri del team hanno creato un visualizzatore di carte geografiche per esplorare tutte le migliori pratiche e le innovazioni in Europa per paese, tipo e ambito. Al suo interno sono presenti più di 100 migliori pratiche e 30 casi di innovazione nell’ambito della mobilitazione sostenibile del legno. Tra i casi presentati si trovano prodotti esemplari, concetti e idee aziendali provenienti dall’intera catena del valore del legno, dai nuovi servizi nell’ambito della digitalizzazione della gestione forestale al riutilizzo innovativo del legno per nuovi telai per finestre. La piattaforma online mostra inoltre esempi di eccellenza nella mobilitazione del legno provenienti da 10 paesi europei. «ROSEWOOD ha avviato uno scambio di conoscenze dinamico tra le regioni per migliorare la sostenibilità globale delle pratiche di mobilitazione del legno nell’UE», conclude Salingre. «Le parti interessate traggono beneficio dai poli che forniscono loro un punto di contatto per cercare potenziali partner e trovare fonti di conoscenza in altri paesi con possibili pratiche pertinenti per supportare la sostenibilità delle loro aziende».

Parole chiave

ROSEWOOD, legno, mobilitazione del legno, migliori pratiche, foresta, polo regionale

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione