Skip to main content

The world's first Sensor-Based Water Filter to Purify and Analyse Tap Water

Article Category

Article available in the folowing languages:

Un nuovo filtro basato su un sensore verifica la qualità dell’acqua di rubinetto

Nonostante i mezzi di informazione pongano molta attenzione alla minaccia della plastica per l’ambiente, molte persone continuano a comprare acqua in bottiglia, principalmente per mancanza di fiducia nell’acqua di rubinetto.

Alimenti e Risorse naturali

Il progetto TAPP X, finanziato dall’UE, ha sviluppato un filtro innovativo, basato su sensori e adatto all’integrazione con l’internet delle cose, da applicare ai rubinetti per fornire dati sulla qualità della propria acqua filtrata. «TAPP X è il primo filtro domestico al mondo che contiene sensori per analizzare la qualità dell’acqua di rubinetto in tempo reale», afferma Magnus Jern, responsabile di progetto e co-fondatore dell’azienda TAPP Water, che si occupa di tecnologia di filtraggio. Il concetto alla base di TAPP X nasce dall’idea che conoscere la qualità della propria acqua di rubinetto può aiutare a convincere più persone a rinunciare a quella in bottiglia. «La diffusione di dispositivi indossabili per il fitness e per il monitoraggio del sonno, come parte del movimento per l’auto-monitoraggio, insieme a un interesse crescente per la salute, hanno chiaramente aumentato la domanda di prodotti come TAPP X», spiega Jern.

La conoscenza è fondamentale

I ricercatori hanno sviluppato una cartuccia filtrante personalizzata e riutilizzabile, che riflette le necessità locali, identificate dai dati rilevati dal sensore e da altre informazioni pubbliche. Il filtro include sensori individuali per la rilevazione di metalli pesanti, piombo, nitrati, pH, temperatura e flusso idrico. «Il sensore in miniatura per flusso/pressione idrici è più piccolo e più preciso di qualsiasi sensore di flusso idrico esistente: permette al cliente di sapere precisamente quanta acqua filtrata e non filtrata sta consumando, e di regolarla per ottenere le migliori prestazioni», commenta Jern. Tale approccio permette ai medesimi sensori di tenere sotto controllo la qualità dell’acqua prima e dopo il filtraggio, riducendo dunque i costi, il consumo di batteria e la complessità. Inoltre, la soluzione permette agli utenti e ai fornitori di servizi idrici di monitorare la qualità dell’acqua di rubinetto non filtrata sull’intera rete idrica, e in particolare di tenere sotto controllo il contenuto di minerali, la torbidità e il pH. TAPP X è attualmente l’unico filtro per l’acqua che monitora la qualità dell’acqua di rubinetto prima e dopo il filtraggio con variabili multiple. TAPP Water ha già lanciato un database per la qualità dell’acqua, che offre ai consumatori un’interfaccia semplice e di facile utilizzo per scoprire la qualità dell’acqua di rubinetto nella propria zona di residenza. Un’applicazione installabile sul telefono cellulare dell’utente si connette automaticamente al filtro dell’acqua ogni volta che si trova nel suo raggio d’azione, e sincronizza i dati con il servizio TAPP Water Cloud.

Un mercato enorme

«TAPP X è la prima fonte di informazioni in tempo reale e basate sui dati oggettivi riguardo la qualità dell’acqua, che permette all’utente finale di monitorarne e migliorarne la qualità», osserva Jern. «I nostri collaudi svolti con gli utenti e i progetti pilota mostrano che i clienti hanno fiducia nella luce LED che indica la sicurezza dell’acqua, e che desiderano saperne di più sull’acqua che scorre dai loro rubinetti. Confidiamo quindi che la domanda del prodotto sia molto elevata». Il mercato totale a cui TAPP X può rivolgersi è composto da circa 600 milioni di consumatori di acqua in bottiglia in tutto il mondo. Inoltre, anche i fornitori di acqua hanno già mostrato grande interesse per la soluzione: infatti, conoscere la qualità dell’acqua che sgorga dal rubinetto di ciascun nucleo familiare aiuterà le aziende a prendere decisioni sulla manutenzione e sulle riparazioni dell’infrastruttura idrica. TAPP X rappresenta dunque una vera svolta, poiché dà ai consumatori la tranquillità di sapere che l’acqua di rubinetto filtrata consumata quotidianamente è pulita e sicura. «Questa tecnologia è il passo successivo che permette di fornire a tutta la popolazione acqua potabile pulita a un prezzo accessibile, sviluppando contemporaneamente la consapevolezza sui consumi idrici e combattendo contro i rifiuti dannosi prodotti dalle bottiglie d’acqua», conclude Jern.

Parole chiave

TAPP X, acqua di rubinetto, filtro, sensore, qualità dell’acqua, plastica, cartuccia

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione