Skip to main content

VECMAP IPM, a one-stop-shop for the sustainable prevention of urban pests of public health Importance

Article Category

Article available in the folowing languages:

Un approccio integrato e sostenibile per affrontare la crescente minaccia posta dagli organismi nocivi urbani

Malattie trasmesse da vettori quali la Zika, la Dengue e la Chikungunya costituiscono una minaccia per la salute mai significativa quanto ora. Un team di ricercatori europei ha sviluppato un software rivoluzionario che offre un’alternativa più ecologica alle sostanze chimiche.

Salute

Vari insetti, tra cui le zanzare e le zecche, fungono da vettori per la trasmissione di agenti patogeni infettivi tra gli esseri umani, oppure dagli animali a questi ultimi. Ciò che preoccupa è che essi sono in grado di trasmettere malattie gravi provocate da virus (Dengue, West Nile), batteri (malattia di Lyme) o parassiti (malaria). Sebbene il carico delle malattie trasmesse da vettori sia più elevato nelle zone tropicali e subtropicali, la mobilizzazione globale e i cambiamenti verificatisi in ambiti quali clima, comportamento umano ed ecologia minacciano di diffondere la trasmissione di queste malattie infettive. Nel 2007, ad esempio, in Italia è scoppiata una grave epidemia del virus Chikungunya, mentre in Brasile, nel corso dei giochi olimpici del 2016, è comparso il virus Zika. Le misure attuali vengono concepite per debellare gli organismi nocivi, come il «bombardamento a tappeto», in cui si provvede a diffondere i pesticidi nelle aree in cui sono presenti le zanzare. Ciononostante, fattori quali l’aumento della resistenza chimica, la consapevolezza ambientale e la pressione esercitata dalle autorità di regolamentazione comportano la necessità di trovare metodi di prevenzione proattivi più appropriati.

Un software per mappare il rischio di contrarre malattie trasmesse da vettori

Il progetto VECMAP-IPM, finanziato dall’UE, si propone di ridurre al minimo la diffusione degli organismi nocivi mediante un pacchetto software rivoluzionario in grado di facilitare il tracciamento di vettori e agenti patogeni, nonché dei loro organismi ospitanti. «Il nostro obiettivo principale era quello di consentire agli operatori attivi nel controllo degli organismi nocivi di pianificare e implementare strategie per la riduzione del rischio di contrarre malattie trasmesse da vettori in un modo ecocompatibile», spiega Guy Hendrickx, coordinatore del progetto e amministratore delegato di Avia-GIS. Il team ha inizialmente sviluppato il software VECMAP® per la raccolta dei dati e la mappatura dei rischi, agevolando al contempo la conversione dei dati in informazioni fruibili. VECMAP® ha colmato la lacuna esistente tra la ricerca e il processo decisionale, offrendo a ricercatori e parti interessate la capacità di adottare misure ecocompatibili e di pianificare campagne di comunicazione, prevenzione e mitigazione dei rischi. L’Istituto di medicina tropicale di Anversa ha impiegato il software VECMAP® per integrare dati sul campo relativi al monitoraggio delle zanzare esotiche che arrivano in Belgio tramite piante di bambù della fortuna o pneumatici di seconda mano. Dato che questi insetti trasmettono malattie quali la Zika, la Chikungunya e la Dengue, i ricercatori sono stati in grado di monitorare i probabili punti di accesso nel paese. La fase successiva è stata lo sviluppo del software SMARTSENZ® che, a differenza del suo predecessore VECMAP®, è stato incentrato sull’industria della lotta fitosanitaria. L’idea era quella di compiere un passo in avanti verso la difesa fitosanitaria integrata, eliminando il rischio di contrarre malattie trasmesse da vettori attraverso misure proattive. Identificando, ad esempio, i biotopi delle zanzare, è possibile prevederne la localizzazione in modo più preciso, consentendo una gestione più mirata degli organismi nocivi.

Implementazione di SMARTSENZ® e prospettive future

Le tecniche di difesa fitosanitaria integrata richiedono una conoscenza approfondita della biologia e del ciclo vitale di ciascun organismo nocivo, incluse informazioni su aspetti a essi relativi quali alimentazione, riproduzione e habitat. SMARTSENZ® integra tali informazioni su tutti gli organismi nocivi urbani e, invece di una mappatura dei rischi ad ampia superficie, offre l’opportunità di realizzare una mappatura dei rischi a livello urbano. «L’obiettivo a lungo termine era quello di aiutare le aziende attive nel controllo biologico urbano e le autorità locali a ridurre in modo significativo l’impiego di sostanze chimiche potenzialmente dannose per la salute dell’ambiente e della popolazione in generale», sottolinea Hendrickx. Sebbene l’immissione sul mercato globale di SMARTSENZ® sia stata ritardata sino a gennaio del 2022, i concetti innovativi proposti dal team sono in fase di sperimentazione in vari ambiti quali quello urbano, l’industria agroalimentare, il contesto ospedaliero e alcuni alloggi sociali in Francia. Inoltre, nuove soluzioni tecniche concepite per il software hanno consentito a SMARTSENZ® di anticipare i concorrenti e di essere promosso come servizio per l’industria alberghiera in Sudafrica.

Parole chiave

VECMAP IPM, malattia trasmessa da vettori, chimico, difesa fitosanitaria, SMARTSENZ®, software, software VECMAP®

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione