Skip to main content

Multimodal imaging of spatial attention networks in the human brain

Article Category

Article available in the folowing languages:

Le immagini della coscienza dell'attenzione spaziale nel cervello

Se l'emisfero destro del cervello umano subisce danni, si verificano vari disordini debilitanti; alcuni dei sintomi clinici sono i disordini dell'attenzione spaziale. Un recente progetto finanziato dall'UE ha contribuito all'approfondimento delle conoscenze della base neuroanatomica dell'attenzione spaziale.

Salute

Con il progetto Multimodalattention ("Multimodal imaging of spatial attention networks in the human brain") sono state scelte tre tecniche di studio che si completano a vicenda fornendo infine un quadro complessivo più chiaro e presentando un'immagine completa dei meccanismi che avvengono nell'emisfero destro del cervello umano. La trattografia a tensore di diffusione, o DTT (Diffusion Tensor Tractography), consente lo studio delle connessioni della materia bianca nel cervello. Questo metodo è abbinato all'imaging a risonanza magnetica funzionale, o fRMI (functional Magnetic Resonance Imaging), che fornisce una panoramica delle dinamiche in una scala temporale più limitata. Il terzo metodo, infine, l'elettroencefalografia (EEG), è sensibile alle interazioni invisibili alla fMRI. Il team del progetto Multimodalattention ha osservato che le aree del lobo occipitale responsabili della vista e le aree del lobo parietale responsabili dei sensi e dei movimenti nello spazio sono dominanti nel lato destro del cervello. È stata inoltre scoperta una dominanza dell'attenzione visivo-spaziale nell'emisfero destro a causa della capacità di elaborazione più rapida rispetto a quella del lato sinistro del cervello. Gli effetti dei disordini dell'emisfero destro sono disabilitanti; un esempio è rappresentato dall'indifferenza dei pazienti alle informazioni spaziali provenienti da sinistra. Altri due fenomeni collegati ai danni all'emisfero destro sono l'estinzione visiva e la simultanagnosia (assenza di percezione di stimoli contemporanei). I pazienti che hanno subito danni all'emisfero destro soffrono di gravi handicap funzionali che compromettono le normali attività quotidiane. I risultati della ricerca Multimodalattention saranno utili ai clinici per pronosticare i ricoveri e pianificare approcci terapeutici specifici per i pazienti.

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione