Skip to main content

Article Category

Story

Article available in the folowing languages:

Articoli di approfondimento - L'impostazione scientifica polacca, da Copernico a Curie e oltre

Da Copernico a Marie Curie, i ricercatori polacchi si sono creati una reputazione di pionieri della ricerca in diversi campi, dalla fisica, la matematica e la chimica alla biotecnologia e alla tecnologia dell'informazione. Infatti le tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC) stanno ispirando una nuova generazione di scienziati polacchi che lavorano in vari settori, dai sistemi avanzati di assistenza al guidatore all'elaborazione di informazioni quantiche, dal software basato sull'ontologia ai progetti che danno forma all'internet del futuro.

Economia digitale

Mikołaj Kopernik (Nicolaus Copernicus), un vero pensatore del Rinascimento, propose teorie sull'astronomia, la matematica, la fisica e persino l'economia in un epoca in cui pochi europei erano istruiti. Il suo capolavoro "La rivoluzione delle sfere celesti" ha introdotto la teoria eliocentrica (riguardante la posizione del Sole rispetto alle orbite dei pianeti) e la sua "teoria quantitativa del denaro", e cioè che i prezzi variano se varia la quantità di denaro nella società, è tuttora valida. Marie Curie, nata Maria Sklodowska a Varsavia nel 1867, è riuscita a infrangere le regole e i record lungo tutta la sua carriera. In un mondo scientifico dominato dagli uomini, vinse non uno ma due Premi Nobel, per la fisica nel 1903 e per la chimica nel 1911, e contribuì in modo considerevole alla comprensione della radioattività. Sua figlia aggiunse un altro Premio Nobel alla collezione di famiglia. Madame Curie fu una vera fonte di ispirazione e un modello per tutti i ricercatori. Anche oggi i ricercatori polacchi sono tra i più brillanti in Europa. Molti partecipano a una serie di progetti che spostano più in là le frontiere delle reti future, come 4WARD , EURO-NF e EUWB , mentre la Polonia ha recentemente ospitato la pluriennale Future Internet Assembly (FIA) a Poznań. La FIA è il risultato della collaborazione tra progetti finanziati dall'UE che riconoscono il bisogno di rafforzare il contributo dell'Europa all'Internet del futuro per mantenere la sua competitività sul mercato globale. Questa e altre conferenze, come l'evento "Borderless eGovernment Services for Europeans" del 17-18 novembre 2011, si tengono sotto gli auspici della Presidenza UE polacca, sottolineando l'importanza di una società dell'informazione unita in Europa. Matrimonio di convenienza Assumendo il ruolo di leader, l'azienda Comarch, con sede a Cracovia, ha coordinato il progetto MOST ("Marrying ontology and software technology"), finanziato dall'UE, che sfrutta il web semantico per aiutare gli ingegneri del software a modellare e sviluppare un linguaggio ontologico per il web (ontology web language o OWL), che usi il codice e che sia migliore e più su misura. L'ontologia è stata descritta in modo un po' enigmatico come la "specificazione di una concettualizzazione", il che praticamente significa una specificazione formale di un programma - i concetti e le relazioni nel software. Il progetto MOST, che si è concluso quest'anno, ha avuto tre anni per sviluppare una serie di strumenti che migliorano lo sviluppo di software, la qualità e il time to market, con lo scopo di aiutare l'Europa a rimanere competitiva a livello mondiale. Tra gli strumenti sviluppati ci sono DEFT (ambiente di sviluppo per documentazione autoaggiornante), TwoUse (modellazione integrata con UML e OWL2), OWL text (metamodellazione con sintassi e semantica abilitate) e altri. TwoUse, per esempio, colma la lacuna tra il web semantico e l'ingegneria basata sul modello e implementa gli attuali standard (OMG e W3C) per la progettazione di software, la generazione di codice e l’ingegneria di ontologia OWL. Il video TwoUse mostra lo strumento in azione usando un'intelligente (e divertente) ontologia per la pizza. La leadership forte e creativa di Comarch è stata riconosciuta l'anno scorso quando a MOST è stato conferito un premio SPRERS per la ricerca nei nuovi Stati membri che partecipavano ai programmi TIC dell'UE sui servizi software. Rumore quantico La leadership polacca è stata messa alla prova anche in un progetto che ha affrontato il campo dell'elaborazione quantica delle informazioni. Il progetto Corner ("Correlated noise effects in quantum information processing"), finanziato dall'UE, è stato coordinato dall' Università Nicolaus Copernicus di Toruń . Forse il team è stato ispirato dal celebre scienziato! Il progetto Corner è contenuto nell'applicazione web delle Tecnologie future ed emergenti della Commissione europea chiamata "FET House" . "Un segnale, qualsiasi segnale, ha inevitabilmente un rumore, un grado di imprecisione che non porta informazione e può persino confondere i dati sottostanti", osserva FET House. Nel mondo quantico il problema del rumore è magnificato. Il lavoro di Corner per capire meglio i problemi del rumore inerente a qualsiasi sistema quantico potrebbe un giorno aiutare gli scienziati a costruire piattaforme di calcolo quantico fisiche reali, permettendo una comunicazione sicura, strumenti più precisi e una maggiore capacità di modellare e capire i materiali esotici some i superconduttori. Copernico sarebbe stato fiero di mettere il suo nome su una ricerca teorica tanto ambiziosa! Ottimi collaboratori Una buona leadership può portare un progetto a grandi risultati, ma non va sottovalutato il valore di una buona collaborazione. I team polacchi hanno offerto notevoli contributi ai consorzi della ricerca TIC, aiutando l'UE ad affrontare problemi particolarmente difficili. Prendiamo per esempio il progetto Rosatte ("Road safety attributes exchange infrastructure in Europe") che comprendeva una divisione polacca di Tele Atlas , un'azienda di carte digitali, navigazione e servizi basati sulla posizione che è stata comprata da TomTom nel 2008. L'esperienza di Tele Atlas con i sistemi di navigazione per automobili ha contribuito alla missione di Rosatte per stabilire una catena di approvvigionamento dei dati più efficiente e sicura dagli enti pubblici ai fornitori di carte commerciali. Il progetto contribuisce alle iniziative dell'UE "TIC per veicoli intelligenti" che, tra le altre cose, mira a ridurre la mortalità negli incidenti stradali in Europa attraverso l'uso di ADAS (sistemi avanzati di assistenza al conducente). In un altro esempio di ottima collaborazione il Politecnico di Varsavia ha fornito competenze di fisica e chimica al progetto Facess ("Flexible autonomous cost-efficient energy source and storage"), finanziato dall'UE. Con la crescente diffusione delle TIC, gli scienziati stanno lavorando per sviluppare un'elettronica più efficiente e nuovi modi di generare, accumulare e risparmiare energia. Facess aveva lo scopo di "costruire cellule solari organiche e batterie a film sottile su substrati flessibili usando i materiali disponibili sul mercato e tecniche di produzione di massa roll-to-roll convenienti per quanto riguarda i costi." In altre parole, un'elettronica di stampa efficiente dal punto di vista energetico con panelli solari su materiali flessibili o lamine che possono essere usate una serie di applicazioni. Il Politecnico di Varsavia ha condotto una ricerca approfondita a livello del sistema sull'aspetto del progetto che si occupava della batteria al litio stampata. "Questo tipo di concetto di fonte di energia ha un enorme potenziale di essere integrata in diverse applicazioni elettroniche a basso costo su grandi zone come poster, tastiere wireless e reti di sensori su grandi spazi," ha osservato il progetto, che si è concluso quest'anno. Lo sviluppo di sinergie e collaborazioni tra il settore dell'elettronica e quello della stampa è considerato un importante risultato del progetto. Da Copernico a Curie e oltre fino agli attuali progetti di ricerca paneuropei che riuniscono le migliori squadre di tutto il continente, più scienza e tecnologia polacca non può essere che una cosa positiva per l'Europa. Tutti i progetti citati in questo articolo sono stati finanziati dal Settimo programma quadro dell'UE per la ricerca nel campo delle TIC. Per maggiori informazioni sul finanziamento dei progetti e sugli strumenti, consultare le pagine del progetto tra i link utili. Link utili: - "Architecture and design for the future internet" - Record del progetto 4WARD su CORDIS - Progetto "Anticipating the Network of the future - from theory to design" - Record del progetto EURO-NF su CORDIS - "Coexisting short range radio by advanced ultra-wideband radio technology" - Record del progetto EUWB su CORDIS - Progetto "Marrying ontology and software technology" - Record del progetto MOST su CORDIS - "Correlated noise effects in quantum information processing" - Record del progetto Corner su CORDIS - "Road safety attributes exchange infrastructure in Europe" - Scheda del progetto Rosatte su CORDIS - "Flexible autonomous cost-efficient energy source and storage" - Scheda del progetto Facess su CORDIS Articoli correlati: - Gigabit di dati wireless in arrivo nelle vostre case, macchine… o aerei