Skip to main content

Identification and development of vaccine candidates for Buruli Ulcer Disease

Article Category

Article available in the folowing languages:

Il trattamento della malattia dell'ulcera del Buruli

La vaccinazione profilattica o preventiva ha fornito soluzioni di trattamento per molte malattie infettive. Su tali basi, alcuni ricercatori dell'UE e dell'Africa si sono coalizzati per sviluppare nuovi vaccini candidati contro la malattia trascurata dell'ulcera del Buruli (BUD).

Salute

La BUD è un'infezione rara correlata allo stato di povertà, causata dal Mycobacterium ulcerans, che colpisce prevalentemente i bambini africani. I pazienti presentano una necrosi progressiva della pelle, del tessuto sottocutaneo e dell'osso, ma sfuggono tuttora le modalità di trasmissione della BUD. Gli scienziati impegnati nel progetto BURULIVAC ("Identification and development of vaccine candidates for Buruli Ulcer Disease"), finanziato dall'UE, intendevano indagare sulla patogenesi e i meccanismi immunitari della BUD, nonché sviluppare nuovi strumenti terapeutici. Per l'attività del progetto, era essenziale sviluppare le capacità delle istituzioni africane partner in relazione alle immunoanalisi, al trattamento e alla gestione della malattia. Tra le scoperte fondamentali del progetto, si possono citare l'impatto fisiopatologico della tossina batterica micolattone e l'identificazione dei suoi bersagli molecolari. Adottando una combinazione di analisi biochimiche, immaginografia cellulare e modelli animali, i ricercatori hanno scoperto che il micolattone interferisce con la struttura cellulare, alterandone il citoscheletro. Quando l'infezione è in atto, danneggia l'integrità dell'epidermide ed è responsabile della patogenesi della BUD. La caratterizzazione delle risposte immunitarie dei pazienti ha indicato che gli individui infetti hanno un sistema immunitario generale soppresso, con ridotti livelli di molteplici chemochine, citochine e immunoglobuline. Questo profilo è stato associato a un abbassamento del metabolismo glicolitico e ossidativo correlato all'infezione. Riguardo alla terapia, BURULIVAC ha svolto un ampio lavoro per sviluppare profilassi vaccinali. I batteri vivi privi della tossina micolattone si sono dimostrati molto efficaci a generare immunità protettiva contro i ceppi virulenti di M. ulcerans. I partner hanno anche generato anticorpi monoclonali contro il micolattone, seguendo un attento processo di screening e pre-selezione di candidati, in termini di capacità protettiva in un modello murino. Nel complesso, lo studio BURULIVAC ha aumentato la consapevolezza relativa alla BUD e migliorato l'infrastruttura e la capacità tecnologica nei paesi colpiti. Lo sviluppo commerciale di un vaccino guida contro la BUD fornirà senza dubbio nuove opzioni di prevenzione e terapia contro questa malattia debilitante.

Parole chiave

Vaccinazione, malattia ulcera del Buruli, necrosi, tossina micolattone, citoscheletro, analisi, metabolismo, anticorpi monoclonali

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione