CORDIS - Risultati della ricerca dell’UE
CORDIS

Understanding ways to improve the forecast ability of choice experiments in predicting consumers' acceptance of healthy food products

Article Category

Article available in the following languages:

Informazioni nutrizionali sull’imballaggio per i consumatori

Uno studio dell’UE ha analizzato i metodi per valutare le reazioni dei compratori ai dati nutrizionali e confrontato i metodi sperimentali che riguardano la sensibilità del prezzo. La presentazione grafica si è rivelata più efficace per le scelte dei consumatori rispetto al testo.

Tecnologie industriali icon Tecnologie industriali

Gli studi della reazione dei consumatori all’etichettatura della nutrizione alimentare si basano su esperimenti a scelta discreta (DCE). Mentre generalmente prevede con affidabilità ciò che le persone comprano effettivamente, il metodo sovrastima inoltre l’accettazione delle caratteristiche socialmente desiderabili, come i vantaggi per la salute o ambientali. Il progetto FOODCHOICE (Understanding ways to improve the forecast ability of choice experiments in predicting consumers’ acceptance of healthy food products), finanziato dall’UE, intendeva migliorare i DCE. Lo studio si è concentrato sul potere dei DCE di prevedere l’adozione di alimenti effettuando richieste di nutrizione o salute, usando i latticini come esempio. Lo scopo è stato quello di capire quali attributi dei prodotti guidano le scelte dei consumatori, e di usare tale informazione a scopo di marketing. Usando esperimenti di monitoraggio visivo, lo studio ha innanzitutto valutato il modo in cui la quantità e la forma delle informazioni di etichettatura ha influenzato l’elaborazione delle informazioni di chi risponde. I risultati hanno indicato che la presentazione influisce enormemente sulle scelte dei consumatori. Le simulazioni dei prodotti grafici hanno influenzato con maggiore forza la presa delle decisioni rispetto alle tabelle basate sui testi. Gli studi in casa e in laboratorio differivano nei livelli di fatica dei consumatori. Coloro che hanno risposto in casa hanno mostrato affaticamento dopo solo 20 scelte mentre le controparti in laboratorio non ne hanno mostrato alcuno. Secondariamente, uno studio sullo yogurt alla frutta con un logo nutrizionale non ha rivelato effetti sulla desiderabilità sociale o sulla scelta da parte dei consumatori. Lo studio ha concluso che tali effetti erano indipendenti dall’impostazione sperimentale. Inoltre, la desiderabilità sociale ha significato una bassa sensibilità al prezzo; il formato a reazione diretta ha mostrato un’inferiore sensibilità al prezzo rispetto a un metodo di valutazione dedotta. Infine, i risultati degli studi di marketing hanno indicato che i formati DCE standard si sono adattati meglio alle memorie di acquisto individuale rispetto alla valutazione desunta. Mentre il secondo ha leggermente abbassato la rappresentazione errata della sensibilità al prezzo, il metodo ha inoltre offerto peggiori previsioni per una condivisione sul mercato del prodotto. I risultati del progetto hanno contribuito al campo anche sotto forma di tre principali consigli per i ricercatori. Gli esiti includono linee guida di progettazione per la presentazione grafica delle informazioni nutrizionali sul cibo.

Parole chiave

Informazioni nutrizionali, sensibilità al prezzo, etichettatura nutrizionale, esperimenti a scelta, desiderabilità sociale

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione