Skip to main content

Perioperative infection prediction

Article Category

Article available in the folowing languages:

L’intelligenza artificiale contribuisce a prevedere — e a limitare — le infezioni postoperatorie

Un’azienda di tecnologia medica olandese sta utilizzando l’apprendimento automatico avanzato per prevedere rapidamente e con precisione le infezioni postoperatorie.

Salute

Ogni anno, in Europa più di 50 milioni di persone sono sottoposte a interventi chirurgici ospedalieri. Di queste, circa il 25 % contrarrà un’infezione entro 30 giorni dall’intervento — si tratta di quasi un paziente postoperatorio su quattro. Oltre al dolore e alla sofferenza personali causati, tutto questo viene anche a costare circa 10 000 EUR a paziente. Nonostante i progressi relativi a biomarcatori, punteggi di rischio, dispositivi di allerta precoce e metodi preventivi, il rischio di contrarre un’infezione postoperatoria resta elevato. Ecco perché Healthplus.ai un’azienda di tecnologia medica olandese, sta sviluppando PERISCOPE. «PERISCOPE è un algoritmo avanzato di apprendimento automatico che riutilizza dati disponibili di cartelle cliniche elettroniche (EHR) per prevedere le infezioni postoperatorie 5 giorni prima della diagnosi media da parte dell’équipe medica», afferma Bart Geerts, amministratore delegato di Healthplus.ai. Anche se lo strumento ha già un livello di precisione pari all’88 %, l’obiettivo finale è raggiungere una precisione del 95 %. Con il supporto dei finanziamenti dell’UE, non solo l’azienda è sulla buona strada per raggiungere quest’obiettivo, ma ha compiuto anche un importante passo verso l’introduzione di PERISCOPE sul mercato.

Un passo avanti rispetto alla concorrenza

Avendo già appurato la fattibilità tecnica di PERISCOPE, Healthplus.ai ha cercato di valutare potenziali canali per la fornitura dello strumento in modo sicuro, accessibile e scalabile. Ciò ha significato individuare fornitori terzi e partner che mostrassero modelli aziendali sostenibili. Per garantire un ingresso sul mercato privo di intoppi, il team ha anche approfondito questioni giuridiche e normative sia a livello europeo che di Stato membro. «Tramite queste interviste, abbiamo costruito — e mantenuto — relazioni significative con ospedali in tutta Europa, nonché con grandi fornitori internazionali di EHR, in particolare Cerner e https://chipsoft.com/ (ChipSoft)», spiega Geerts. Il team ha anche condotto interviste approfondite con le parti interessate, tra cui, ad esempio, utenti finali, amministratori ospedalieri, compagnie assicurative e fornitori di EHR. Queste conversazioni non hanno soltanto rinforzato il potenziale commerciale di PERISCOPE ma, cosa forse più importante, hanno evidenziato potenziali problemi e aree di miglioramento. «Questa ricerca di mercato ci ha consentito di acquisire informazioni sul nostro prodotto e di individuare ostacoli all’ingresso da un punto di vista commerciale, tecnico e clinico», afferma Geerts. «Siamo stati in grado di ridefinire il nostro prodotto, il nostro piano d’azione e i nostri partenariati con ospedali, fornitori di EHR e altri soggetti chiave». Tramite il progetto, Healthplus.ai ha anche espanso i propri partenariati di ricerca e sviluppo e accresciuto i propri set di dati e contributi clinici. «Si tratta di mosse fondamentali per essere un passo avanti rispetto alla concorrenza e agli standard clinici, fornendoci così ulteriori vantaggi competitivi», aggiunge Geerts.

Una nuova era della sanità

Grazie al supporto dei finanziamenti dell’UE, PERISCOPE intende ridefinire l’assistenza postoperatoria. «L’impiego di intelligenza artificiale (IA) nel settore sanitario è ancora limitato, in particolare laddove sono riutilizzati dati di EHR», afferma Geerts. «Questo progetto rappresenta l’inizio di una nuova era della sanità, un’era che utilizza l’IA e riutilizza dati di EHR per rendere più proattiva l’assistenza operatoria». Attualmente, l’azienda sta finalizzando il prodotto e si sta preparando per la sua commercializzazione. A tal fine, sta cercando di ottenere le sovvenzioni della seconda fase dello strumento PMI e di Eurostars, oltre a investimenti di capitale di rischio. Il team sta anche sviluppando prove cliniche e studio di casi aziendali propri, parallelamente al conseguimento della marcatura CE e dell’approvazione FDA — entrambe le quali sono fondamentali per portare PERISCOPE sul mercato di massa.

Parole chiave

PERISCOPE, intelligenza artificiale, IA, infezioni postoperatorie, tecnologia medica, apprendimento automatico, interventi chirurgici ospedalieri, cartella clinica elettronica, EHR, Healthplus.ai, Cerner, ChipSoft, sanità

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione