Skip to main content

Article Category

Article available in the folowing languages:

L’innovazione nel campo dei mangimi punta alla competitività dell’acquacoltura

Un mangime per pesci naturale a base di microalghe potrebbe aiutare l’industria dell’acquacoltura europea a raggiungere efficienze di produzione in modo sostenibile.

Alimenti e Risorse naturali

Il settore dell’acquacoltura europeo svolge un ruolo di primaria importanza nell’economia, soprattutto nelle zone costiere e rurali. Esso è principalmente costituito da PMI e microimprese e impiega direttamente circa 70 000 persone. Il volume di produzione complessivo dell’UE è stato più o meno costante negli ultimi 20 anni, mentre quello globale è aumentato annualmente di quasi il 7 %. La crescente concorrenza proveniente da altre parti del mondo ha messo sotto pressione i produttori europei, esortandoli a trovare modi per diminuire i costi e generare efficienze più elevate. «Le attuali soluzioni, come l’utilizzo di antibiotici per ridurre i tassi di mortalità dei pesci e il mangime integrato con farina di pesce e olio di pesce per incrementare la crescita, sono inefficienti, costose ed estremamente insostenibili», afferma Manuel Tárraga, coordinatore del progetto ALGABOOSTER e responsabile dello sviluppo dei progetti presso la PMI spagnola Buggypower. «Si avverte chiaramente la necessità di trovare mangimi alternativi che raggiungano efficienze in maniera sostenibile ed ecocompatibile, senza ricorrere all’impiego di antibiotici.» Per affrontare queste problematiche, Tárraga e il suo team hanno sviluppato un mangime per pesci naturale arricchito di microalghe marine. Mediante un processo di coltura brevettato, ALGABOOSTER ha prodotto una biomassa di microalghe ad alta purezza che, sostituendo l’utilizzo della biomassa liofilizzata, elimina la necessità di svolgere il costoso processo di essiccamento. Il mangime è concepito in modo tale da stimolare il sistema immunitario e la crescita dei pesci ed è appositamente progettato per generare efficienze nell’allevamento delle orate. «Per un produttore di medie dimensioni che possiede tra le 10 e le 15 vasche per l’acquacoltura, il costo del mangime per le fasi di pre-ingrasso e ingrasso dell’orata per un periodo di 610 giorni si aggira al momento sui 250 000 EUR», osserva Tárraga.

La domanda di un mangime per pesci naturale

Avviato nell’agosto del 2019 e con una durata prevista di 6 mesi, il progetto ALGABOOSTER ha consentito a Buggypower di effettuare studi di fattibilità intesi ad analizzare la sostenibilità tecnica, commerciale e finanziaria del prodotto. «Dal punto di vista tecnico, abbiamo analizzato le possibilità di migliorare il processo di estrusione e di preservare gli ingredienti delle microalghe nel modo migliore», spiega Tárraga. «Abbiamo inoltre valutato la possibilità di allestire un impianto di microincapsulazione su scala industriale e vagliato diverse opzioni per ottimizzare la formula del prodotto ALGABOOSTER». Fondamentale è stato scoprire che la microincapsulazione avrebbe reso il prodotto finale del mangime per pesci molto costoso, un risultato grazie al quale Tárraga e il suo team hanno deciso di evitare questo processo e concentrarsi invece sull’ottimizzazione della procedura di estrusione. Sono stati inoltre stabiliti con successo contatti con produttori di mangimi per pesci, il che ha agevolato la PMI nell’esplorazione di potenziali collaborazioni in co-branding. Uno studio sugli additivi per mangimi destinati all’acquacoltura ha aiutato l’impresa a dare priorità ad alcuni paesi europei chiave e a sviluppare una strategia di commercializzazione. Inoltre, sono state effettuate analisi concernenti le questioni relative ai requisiti normativi e alla protezione tramite brevetto. «Dal punto di vista economico, siamo stati in grado di delineare una strategia di definizione dei prezzi e di effettuare una previsione finanziaria», spiega. «Disponiamo ora di previsioni finanziarie aggiornate per il periodo compreso tra il 2022 e il 2027 che prendono in considerazione il numero di potenziali utenti e i rischi individuati».

Incentivare l’acquacoltura europea

Tárraga ritiene che il percorso verso la commercializzazione sia chiaro. La domanda di un mangime per pesci naturale a base di microalghe è stata confermata e la PMI è fiduciosa del fatto che il suo prodotto ALGABOOSTER aiuterà l’acquacoltura europea a competere efficacemente a livello globale in maniera sostenibile. «Un mangime acquatico naturale arricchito del complesso immunostimolante a base di microalghe marine può senz’altro contribuire a stimolare la competitività del settore dell’acquacoltura dell’UE», aggiunge Tárraga. «Crediamo di poter ridurre i tassi di mortalità di una percentuale compresa tra il 50 % e il 67 % e diminuire i tempi di crescita di un minimo dell’11 % e un massimo del 21 %». La società è attualmente alla ricerca di produttori nel campo dell’acquacoltura e di utenti bersaglio per testare il prodotto in aziende di acquacoltura reali.

Parole chiave

ALGABOOSTER, acquacoltura, pesci, microalghe, estrusione, microincapsulazione, acquatico, mangime per pesci, marino

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione