Skip to main content

Article Category

Article available in the folowing languages:

Energy Cat aiuta a vedere i vantaggi economici di decisioni virtuali in materia di efficienza energetica

Educare i consumatori sui modi in cui è possibile ottenere vantaggi economici dall’efficientamento energetico delle loro abitazioni potrebbe incoraggiarli ad adottare comportamenti più mirati all’efficienza energetica. A rendere divertente l’apprendimento ci pensa un gioco che consente ai giocatori di progettare una casa virtuale e avanzare sulla base di risparmi energetici.

Economia digitale
Cambiamento climatico e Ambiente
Energia

La povertà energetica, l’incapacità a livello economico di mantenere un comfort termico negli ambienti interni, riguarda tra i 50 e i 125 milioni dei residenti in Europa. Quindi, ridurre il consumo energetico e le relative emissioni è importante non solo per la salute del nostro pianeta ma anche per il benessere economico dei suoi abitanti. Il progetto EnerGAware, finanziato dall’UE, ha mirato a ridurre il consumo energetico delle famiglie a basso reddito, stimolando cambiamenti comportamentali tramite un gioco divertente e informativo, «Energy Cat: la casa del futuro».

Nove vite e il pieno di energia

La ludicizzazione mira a favorire il coinvolgimento degli utenti e, in definitiva, il cambiamento comportamentale attraverso una forma di apprendimento divertente e interattivo. La ludicizzazione del risparmio energetico è un settore emergente in cui EnerGAware si colloca in prima linea. Energy Cat cerca un’abitazione confortevole ed efficiente dal punto di vista energetico e avvisa i suoi coinquilini umani quando prendono scelte scorrette. Le funzionalità di integrazione con i social media consentono agli utenti di condividere risultati e conoscenze, oltreché formare comunità energetiche virtuali. Il gioco è stato testato in una comunità di edilizia sociale a basso reddito del Regno Unito. Miquel Casals, coordinatore del progetto e professore presso l’Università tecnologica della Catalogna-Barcellona Tech, spiega: «L’obiettivo principale del giocatore è ridurre il consumo energetico della famiglia per accumulare punti energetici (che corrispondono al denaro). I punti energetici consentono di avanzare nel gioco, sbloccando anche elementi decorativi e per il risparmio energetico, oltre agli aggiornamenti». Questi accrescono la felicità umana, portando a una maggiore produttività e a un aumento dei guadagni. Il «denaro» si trova anche nascosto nella casa per spronare gli utilizzatori a giocare ogni giorno e a controllare le stanze in cerca di «comportamenti» energetici negativi. I risparmi energetici virtuali venivano calcolati creando la simulazione prestazionale mediante il software dinamico di simulazione termica DesignBuilder, dotato del motore di simulazione EnergyPlus. Con i sistemi di misurazione intelligente è stato rilevato l’effettivo consumo delle abitazioni reali e attraverso i risparmi energetici era possibile progredire nel serious game.

Andare avanti, ispirare il cambiamento

Il serious game Energy Cat ha portato a un risparmio medio di elettricità del 3,5 % e a un risparmio medio di gas del 7,5 %. L’analisi intermedia del test ha mostrato un maggior coinvolgimento nei comportamenti volti al risparmio energetico e risparmi energetici più elevati, così ora gli scienziati stanno pensando a dei miglioramenti per mantenere vivo l’interesse nel tempo. Casals spiega: «Le risposte fornite a un’indagine e alle interviste finali hanno evidenziato un probabile ruolo dell’età, dell’educazione e delle competenze TIC legato a un minor coinvolgimento. Sebbene questi parametri siano stati inizialmente presi in considerazione, le versioni successive potenzieranno il supporto, le istruzioni e ridurranno la complessità del gioco». Il serious game EnerGAware è stato presentato come soluzione climatica durante il COP21, noto anche come Conferenza di Parigi sul clima del 2015, e in occasione di molti altri eventi su energia e sostenibilità. L’applicazione è reperibile insieme ad altri giochi per l’energia e la domotica di Fremencorp. Casals conclude: «EnerGAware dimostra che i membri sensibili della società sono in grado di ridurre il loro consumo energetico utilizzando le TIC. Il nostro gioco consente di aumentare la comprensione e la consapevolezza dei cittadini sulle opzioni di risparmio energetico negli edifici residenziali, attraverso un equilibrio efficace tra consumo energetico, comfort e costi economici. Modificando il comportamento degli utenti, il gioco contribuisce a ridurre la povertà energetica con un investimento individuale minimo». La replica della prova pilota con il supporto delle agenzie energetiche nazionali e/o regionali potrebbe contribuire ad accertare l’utilità e la fruibilità del gioco a prescindere dalla collocazione geografica o dal quadro socioeconomico. Qualora distribuito gratuitamente dai fornitori energetici ai rispettivi clienti, come parte integrante dell’implementazione dei contatori intelligenti, potrebbe avere un impatto significativo sul consumo energetico complessivo.

Parole chiave

EnerGAware, energia, gioco, consumo energetico, Energy Cat, serious game, efficienza energetica, famiglie a basso reddito, TIC, COP21

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione