Skip to main content

Integrated solutioNs for ambitiOus energy refurbishment of priVATE housing

Article Category

Article available in the folowing languages:

Rendere più ecologico il parco immobiliare europeo

In tutta Europa sono stati introdotti sportelli unici che semplificano, per i cittadini, le operazioni di riqualificazione delle proprie case. Essi dovrebbero contribuire a migliorare le condizioni di vita, aiutando l’Europa a raggiungere i suoi obiettivi ambientali.

Energia

La riqualificazione degli edifici comporta solitamente l’aggiunta di nuove tecnologie e applicazioni allo scopo di aumentarne l’efficienza energetica o di migliorare le condizioni di sicurezza e salute dei loro abitanti. «Se effettuata in modo appropriato, la riqualificazione può apportare enormi vantaggi in termini economici», afferma Thibaut Maraquin, coordinatore del progetto INNOVATE e responsabile di progetto presso l’associazione francese Energy Cities. La riqualificazione offre inoltre l’occasione di stimolare la transizione del parco immobiliare europeo verso la neutralità in termini di emissioni di carbonio, nonché di affrontare il problema della precarietà energetica. Esistono inoltre altri vantaggi che potrebbero non sembrare così ovvi: ad esempio, è stato dimostrato che gli ospedali ben ristrutturati accelerano i tempi di recupero dei pazienti. Nonostante questi benefici, le ristrutturazioni profonde non vengono tuttora realizzate in modo sufficientemente rapido. Oltre al fatto che possono risultare complicate da effettuare per i proprietari di case, nel settore edilizio sussiste una mancanza di lavoratori qualificati e all’interno delle amministrazioni locali è presente una lacuna di conoscenze. Per di più, per i progetti di riqualificazione innovativa è spesso difficile accedere a finanziamenti a lungo termine.

Innovativo e accessibile

Per affrontare queste sfide, il progetto INNOVATE ha riunito autorità pubbliche, agenzie energetiche, imprese private e cooperative provenienti da 11 paesi allo scopo di sviluppare e implementare pacchetti di riqualificazione energetica integrata rivolti specificamente ai proprietari di abitazioni. «Il nostro obiettivo era istituire sportelli unici per le ristrutturazioni», spiega Maraquin. «Volevamo progettare e definire ciascuno di essi tenendo conto dei rispettivi confini locali. Allo stesso tempo, il progetto ci ha offerto l’opportunità di condividere esperienze e di sostenerci a vicenda». Presso questi sportelli unici, i proprietari di case possono trovare tutte le informazioni e i servizi a loro necessari per mettere in atto ambiziosi progetti di riqualificazione energetica. Tra i servizi figurano piani su misura a livello finanziario e di ristrutturazione energetica, nonché il coordinamento del processo stesso di riqualificazione. Alcuni sportelli unici si spingono fino a fornire finanziamenti accessibili a lungo termine per famiglie a basso e medio reddito, anziani e altri gruppi vulnerabili. Inoltre, vengono offerti servizi di monitoraggio della qualità del lavoro svolto e, idealmente, garanzie di risparmio energetico.

Ampliamento dei programmi di riqualificazione

Il progetto INNOVATE ha affrontato diverse sfide lungo il suo percorso, tra cui la necessità di cambiare la mentalità degli appaltatori e dei fornitori, un compito volto a rendere il processo sostenibile e scalabile che prende in considerazione la rapida mutazione del contesto politico e sociale relativo alla transizione energetica. Ciononostante, Maraquin ritiene che il progetto abbia dimostrato con successo il modo in cui la collaborazione innovativa è in grado di guidare e stimolare la riqualificazione. «Il progetto ha svolto un ruolo essenziale nel dar vita a nuovi sportelli unici o nel far crescere quelli esistenti», osserva. «Esso ha contribuito alla creazione di una rete di nuovi esperti in questo settore. Tuttavia, siamo solo all’inizio del viaggio poiché gli obiettivi europei in materia di clima ed energia richiederanno un imponente ampliamento dei programmi di riqualificazione integrata». Il consorzio del progetto ha raccolto e pubblicato una serie di lezioni, tra cui la presa di coscienza del fatto che i risultati richiederanno tempo prima di essere tangibili, la necessità di prendere in considerazione la collocazione geografica di ciascun territorio e l’importanza di poter accedere a una piattaforma online. Il progetto INNOVATE ha inoltre contribuito a segnalare ai responsabili delle politiche l’importanza di disporre di strategie ben progettate volte a sostenere le attività di riqualificazione, idealmente guidate da autorità locali. «L’inclusione degli sportelli unici nella strategia Renovation Wave della Commissione europea, avvenuta nell’ottobre del 2020, ha rappresentato un importante successo», aggiunge Maraquin. È stata proposta una serie di chiare raccomandazioni politiche. Secondo tali orientamenti, è necessario estendere la portata dei finanziamenti per le ristrutturazioni di efficientamento energetico e promuovere l’organizzazione di reti di sportelli unici. Infine, questi sportelli dovrebbero concentrare l’attenzione su ristrutturazioni in linea con gli obiettivi dell’UE di realizzare un’economia neutra in termini di emissioni di carbonio entro il 2050.

Parole chiave

INNOVATE, edifici, energia, città, combustibile, carbonio, riqualificazione, ristrutturazione, costruzione, locale

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione