Skip to main content

Ultra-secure data storage - and long-term preservation of digital and analogue data

Article Category

Article available in the folowing languages:

Conservare i dati digitali di oggi per domani

Un progetto finanziato dall’UE offre una soluzione innovativa che aiuterà a mantenere vivo il passato per le generazioni a venire.

Economia digitale

La tecnologia ha trasformato il mondo in cui viviamo e, al centro di questo cambiamento, ci sono i dati. Si prevede che il volume dei dati nel mondo crescerà da 33 zettabyte nel 2018 a 175 zettabyte previsti nel 2025. L’UE ha fissato delle priorità per aumentare la sicurezza dei dati, sviluppare strumenti innovativi per gestire la crescente quantità di dati e allo stesso tempo ridurre i costi di archiviazione dei dati degli utenti finali e la loro impronta di CO2. Rispondendo a queste priorità, il progetto Piql-GO, finanziato dall’UE, si è proposto di espandere, sperimentare e commercializzare il dirompente e brevettato «Piql System» per lo stoccaggio ultra-sicuro e la conservazione a lungo termine dei dati digitali e analogici. «Il mondo rischia che l’era digitale si trasformi in un buco nero digitale. Cosa ne sarà delle informazioni digitali di oggi tra 20, 50 o 100 anni? E cosa sarà considerato vero in un’epoca di informazioni e notizie false?», si chiede Katrine Loen, coordinatrice del progetto. «L’informazione digitale autentica è una risorsa per la società», aggiunge Loen.

Sistema pionieristico

Piql System si basa su scoperte tecnologiche nella conversione di una pellicola fotosensibile da 35 mm in un supporto di memorizzazione digitale, senza migrazione, da cui i dati possono essere recuperati ma mai violati, manipolati o cancellati. «Ciò si ottiene immagazzinando informazioni binarie sulla pellicola attraverso codici QR ad altissima risoluzione», spiega Loen. L’innovativa tecnologia offre diversi vantaggi per i clienti, garantendo l’autenticità e l’integrità dei dati e conservandoli per secoli. Le informazioni digitali richiedono il software corretto per accedere ai file, e il tasso di evoluzione sia del software che dell’hardware rende questa una sfida fondamentale. «Riteniamo che la risposta sia assicurarsi che i file, il codice sorgente e la specifica del formato siano memorizzati insieme sullo stesso supporto. Inoltre, è necessario essere in grado di accedere ai dati indipendentemente dall’hardware o dal software esistente», aggiunge Loen. Questo è il pensiero alla base della tecnologia di Piql: assicurare che gli utenti abbiano sempre accesso ai loro file e a tutto ciò che è necessario per aprirli. Il mercato attuale non offre una tale soluzione.

Verso una nuova strada

«Il progetto è stato fondamentale per aiutarci a commercializzare e convalidare la nostra tecnologia», conferma Loen. Maturando tale tecnologia, il progetto ha sviluppato una nuova piattaforma software per eseguire azioni di conservazione e fornire accesso ai dati memorizzati su «piqlFilm», un nanofilm da 35 mm ad altissima risoluzione. È stato progettato e fornito anche un nuovo «piqlReader», che legge i dati dal piqlFilm. È abbastanza compatto da poter essere collocato presso il cliente. Anche il sito Arctic World Archive (AWA) di Piql è stato sviluppato ulteriormente. Contiene una collezione di preziosi manufatti digitali e informazioni da tutto il mondo. «Abbiamo sensibilizzato ulteriormente in merito a questa iniziativa e ora stiamo attirando clienti molto noti», osserva Loen. Espandendo la portata di mercato della tecnologia e dei servizi di Piql, sono stati stabiliti nuovi partner in otto paesi. Attraverso le attività di sperimentazione, il progetto ha acquisito anche nuovi clienti, tra cui GitHub (Stati Uniti), l’Agenzia spaziale europea (Italia), Enresa (Spagna) e il Museo delle forze armate della Norvegia. Attualmente, il progetto si sta concentrando sulla costruzione della piattaforma software. «Stiamo sviluppando anche un’interfaccia utente per AWA che consenta il self service per i clienti e stiamo continuando a innovare prestando particolare attenzione alla sostenibilità e rendendo la nostra tecnologia ancora migliore, più conveniente e più disponibile per i clienti di tutto il mondo», conclude Loen.

Parole chiave

Piql-GO, dati, conservazione, Piql System, dati digitali e analogici, archiviazione dati, archiviazione sicura, sicurezza

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione